Home

foxes

A volte riesci quasi a convincermi che basti dire poco, non dire nulla, per far sì che vada tutto bene. Quasi.

1. March 2011
2. Into the Fields
3. Glow (v079)
4. Shadow’s Song
5. Ontario Gothic
6. Amanda
7. Altars

1. MARZO 2011 (March 2011)
Mi guardo attraverso il vetro, mi prendo un giorno di riposo.
Reinvento il passato, lo sento nel mio petto.
La marea inizia ad aprirsi, guardo la costa cadere a pezzi.
Ho perso la voce a forza di fumare, ho perso le parole che dovevo dire.

Mi sento al sicuro qua all’ombra, guarisci questa parte di me.
Abbiamo iniziato a contare alla rovescia per diventare le persone che vogliamo essere.
Ci vediamo una volta all’anno, la neve inizia a sciogliersi.
Descrivo la paura – ti ricordi quanta ne avevamo?

2. NEI CAMPI (Into the Fields)
Strappata da terra,
La macchina arriva in un posto remoto.
Mettiti il giubbotto,
Non si sa mai.
Attraverserò i campi e passerò in mezzo alle spighe,
Piegherò tutti i gambi.

Aspettiamo segni codificati,
Il fatto che siano nascosti non può far male.
Non disarmeranno.

Sono già stato qua.
La fredda stasi dell’inverno non si scioglierà.
Mi ha rotto il mento
E, dai campi,
Ti rendi conto del motivo che hai sotto ai piedi.
Quanto lontano si spinge.

Aspetta e vedrai,
Quando le stagioni cambieranno ci toglieremo i cappotti
E ci schiariremo la gola.

3. RISPLENDO (V079) (Glow (v079))
E se diventassi…?
E se mi lasciassi dietro…?
Ancora, risplendo.

4. CANZONE DELL’OMBRA (Shadow’s Song)
Sta andando male, lo sento – addio, addio.
Accendi una luce, voglio spiegarti.
Aprimi a questo dolore.
La mia ombra era annegata in un mare sotterraneo
E non avevo forza per contrastare le onde,
Il caldo abbraccio di una marea devastante.

La mano sul petto, vengo portato via dalla corrente dal resto.
Echi dentro a queste mura.
Ricordo le nostre chiamate,
La tua ombra consumata dal tempo, per caso o per un disegno più alto.
Cadi nella paura che eviti di provare:
Un luogo che pensavi di aver distrutto.

5. GOTICO DELL’ONTARIO (Ontario Gothic)
Ero intrappolato sotto a un cemento
Costruito dai ricordi
Dei sogni ad occhi aperti
Che avevo seppellito.

Ora aiutami a trovare un modo per distinguere
Tutto il rumore che viene dall’aldilà.
Quest’autunno cambieremo casa
E presto sembrerà che non ci sia niente che non vada.

E se riuscissi a vedere una versione futura di me stesso
Attraverso un passato che getta la sua ombra su di me
In campi vuoti, in sere d’estate…
Sento addosso luci intermittenti.

Denti stretti alla luce della luna.
Una limitazione, la voglia di accendere.
Resetta la mia biologia.
L’imitazione, la scusa.

E mi sono sentito un bambino.
Sto accettando tutto quello che viene dall’aldilà.
Con te, nella tua macchina:
La casa che conosco sembra così lontana…

Primavera, autunno, ho perso tutto (la nebbia del mattino):
La tua strada vuota dove ci trovavamo.
Questi parcheggi ci benedicono con la loro quiete.
La tua luce se n’è andata, non c’è sollievo.

6. AMANDA (Amanda)

-Strumentale-

7. ALTARI (Altars)
Rose di plastica sul bordo di altari vuoti.
Vedo i visi, mi sento alterato.
Confronto la paura che sopravvive nel tuo respiro.
In sogno, lui è ancora lì.
Un messaggio lasciato in cantina.

Cammino per questi corridoi infiniti,
Le droghe e i fine settimana non possono cambiare le mie giornate.
Abbandono i confini che hai tracciato da sola.
Qualsiasi tipo di crimine.
Vediamoci in cantina.

Esco di casa,
Succede quasi ogni giorno.
Non mi sono aggrappato a nulla.
Non mi è rimasto nulla da dire.

Rose di plastica sul bordo di altari vuoti.
Vedo i visi, mi sento alterato.
Confronto la paura che sopravvive nel tuo respiro.
In sogno, lui è ancora lì.
Un messaggio lasciato in cantina.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...