Home

death-cab-for-cutie-kintsugi

Hey, una cosa. Dimmi. Posso mettere questa foto? No. Dai che te la faccio vedere. No, davvero. Perché? Perché no.

01. No Room in Frame
02. Black Sun
03. The Ghosts of Beverly Drive
04. Little Wanderer
05. You’ve Haunted Me All My Life
06. Hold No Guns
07. Everything’s a Ceiling
08. Good Help (Is So Hard to Find)
09. El Dorado
10. Ingénue
11. Binary Sea

1. NON C’È SPAZIO NELL’INQUADRATURA (No Room in Frame)
Non so da dove iniziare.
Ci sono troppe cose che non ricordo.
Sono scomparso come una moda
Nel mormorio delle cinque del mattino.
E ora mi prendo il mio tempo
Passando per Coalinga, attraversando la valle.
Quest’autostrada ha vissuto nella mia mente,
Mi riporta nel luogo che mi ha reso me stesso.

Ti ero tra i piedi?
Quando le macchine fotografiche si giravano verso di te
Nell’inquadratura
Non c’era spazio per due.

Non puoi fuggire da un fantasma.
Accelero, abbandonato, lungo corsie dirette a sud.
Ti prende arrivato sulla costa,
O sulle scogliere delle Palisades – ti è morto il motore.
E poi tutto ti resta addosso.
Corpi confusi che non riescono a scoprire
Quella cosa che un tempo sapevano essere amore.
Alzano la voce per convincersi l’un l’altra.

Ti ero tra i piedi?
Quando le macchine fotografiche si giravano verso di te
Nell’inquadratura
Non c’era spazio per due.

Come posso restare
Alla luce del sole quando la pioggia
Mi scorre nelle vene?
È vero.
E penso che non avremmo potuto farci niente,
Andremo entrambi a sentirci soli con qualcun altro.
Con qualcun altro.

2. SOLE NERO (Black Sun)
L’acqua è sporca di whisky
E la morte aleggia sulla vite.
C’è paura negli occhi di tuo padre,
C’è ciò che è “tuo” e ciò che è “mio”.

C’è un deserto velato da strade asfaltate
E c’è una città fatta di sette colline.
E tutti i nostri rottami scorrono verso l’oceano
Per incontrarsi di nuovo – o almeno spero.

Come può qualcosa di così bello essere così crudele
Quando questo sole nero orbitava attorno a te?

In una domanda c’è una risposta,
E c’è speranza nella disperazione,
E c’è bellezza in un fallimento,
E ci sono profondità incomparabili.

C’è il ruolo di una vita
E una canzone ancora da cantare,
E c’è un cassonetto di fronte a casa
Pieno di tutti i piani che sono falliti.

Come può qualcosa di così bello essere così crudele
Quando questo sole nero orbitava attorno a te?

L’acqua è sporca di whisky
E la morte aleggia sulla vite.
E c’è grazia nel perdono,
Ma è così difficile trovarla.

L’acqua è sporca di whisky
E la morte aleggia sulla vite.

3. I FANTASMI DI BEVERLY DRIVE (The Ghosts of Beverly Drive)
Se solo mi avessi conosciuto prima dell’incidente.
Quell’enorme collisione portò una grave conseguenza:
I miei recettori sono sovraccaricati, esplodono e si disconnettono
Fino a lasciare solo l’ombra di un sentimento – ti prego, partiamo da quello che è rimasto.

Il fatto che tu non sia mai stata qua non mi ha fatto sentire lusingato,
E quindi non c’è bisogno che tu dica che non c’è niente che non hai già fatto almeno una volta.
Ma, se mi dovessi lasciar essere il tuo skyline, ti lascerò essere l’onda
Che da lontano sembra sicura e poi mi riduce in macerie.

Non so perché, non so perché torno su queste scene del crimine,
Qua dove le siepi si avvolgono, lente, lungo i fantasmi di Beverly Drive.
Non so perché, non so perché, non so che cosa mi aspetto di trovare,
Qua dove ogni notizia è già arrivata, e tutto va avanti come previsto.

Vuoi insegnare ma non vuoi che nessuno ti insegni,
E io voglio vendere senza venire comprato.
E allora non restiamo soli.
E allora non restiamo soli,
Persi tra i nostri bisogni e desideri,
I nostri bisogni e desideri.

Non so perché, non so perché torno su queste scene del crimine,
Qua dove le siepi si avvolgono, lente, lungo i fantasmi di Beverly Drive.
Non so perché, non so perché, non so che cosa mi aspetto di trovare,
Qua dove ogni notizia è già arrivata, e tutto va avanti come previsto.

Non so perché, non so perché.

4. PICCOLA VIANDANTE (Little Wanderer)
Mi hai mandato una vista dalla tua finestra di Tokyo,
Mi hai detto che stavi bene.
Hai detto che i ciliegi erano in fiore
E che mi stavi pensando.
Ma l’immagine era sgranata e non riuscivo a riconoscerti,
Sembra sempre andare così.
Ci salutiamo su Messenger
Mentre la rete va in sovraccarico,
Quando la rete va in sovraccarico.

Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Dall’altra parte del mare.
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Non vuoi tornare da me?
Da me?

Mi addormento sempre quando ti risvegli,
Mi guardo le mani e conto le ore.
Fare calcoli per capire che ora è da te
È una parte del piano che non avevo mai previsto.
Ma se sarai la mia sialia che torna al nido,
Io sarò il tuo sempreverde.
Mi staglierò, alto, contro il tuo orizzonte
E sarò il segnale che ti riporterà a casa, da me.
Il segnale che ti riporterà a casa, da me.

Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Dall’altra parte del mare.
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Non vuoi tornare da me?
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Vorrei davvero che lo capissi.
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Ho bisogno che tu sia qua con me.
Qua con me.

Mi hai mandato una vista dalla tua finestra di Parigi
Per farmi vedere quello che avresti voluto mostrarmi.
Ma qualcuno deve essere il faro,
E quel qualcuno devo essere io.
E spero che la tua assenza ci renda più vicini,
Spero che ci sentiremo sempre come
Quando i nostri occhi si incontrano dopo i controlli,
Ci abbracciamo nel ritiro bagagli –
Quando ci baciamo nel ritiro bagagli.

Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Dall’altra parte del mare.
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Non vuoi tornare da me?
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Vorrei davvero che lo capissi.
Sei la mia viandante, la mia piccola viandante,
Ho bisogno che tu sia qua con me.
Qua con me.

5. È TUTTA LA VITA CHE MI TORMENTI (You’ve Haunted Me All My Life)
È tutta la vita che mi tormenti,
Infiniti giorni e infinite notti.
Quand’ero un ragazzo c’è stata una tempesta
Che si è portata via l’ultimo strato di innocenza che avevo.

È tutta la vita che mi tormenti,
Sei sempre un passo davanti a me quando provo a raggiungerti.
Sei prolisso e all’improvviso ammutolisci.
E c’è un difetto nel design del mio cuore,
Dato che continuo a provare a renderti mia.

È tutta la vita che mi tormenti.
È tutta la vita che mi tormenti.
Sei l’amante che non riesco a rendere moglie
Ed è tutta la vita che mi tormenti.

E così aspetto ma è come se non imparassi mai
A trattenere le tue risposte sempre più rarefatte.
I miei occhi sono ancora quelli di un bambino
E nemmeno penso che potremmo riuscire ad addomesticare un animale selvatico.

È tutta la vita che mi tormenti.
È tutta la vita che mi tormenti.
Sei l’amante che non riesco a rendere moglie
Ed è tutta la vita che mi tormenti.

6. NON HO ARMI IN MANO (Hold No Guns)
Cara, non capisci
Che non ci sono vincitori
O medaglie appese a fili di seta
Che ti aspettano all’arrivo?
Riesco solo a prendere quello che riesco a portarmi dietro
Mentre ci sciogliamo nel mare,
Mentre il consulente setaccia tra le nostre macerie
In cerca dei tesori che non abbiamo mai seppellito.

Amore mio, perché scappi?
Non ho armi in mano.

Cara, puoi anche fingere,
Fingere di essere altruista.
Ti rompi alla minima pressione
E ti senti persa e indifesa.
Chi chiamerai
Nella notte più fredda d’inverno?
I numeri cambiano, le persone cadono
E gli amici si scheggiano sempre.

Amore mio, perché scappi?
Non ho armi in mano.
Amore mio, perché scappi?
Non ho armi in mano.
Non ne ho,
No, neanche una.

7. TUTTO È UN SOFFITTO (Everything’s a Ceiling)
In fondo a una buca non senti più niente
Perché quando sei così tanto sotto il pavimento, tutto è un soffitto.
Abbiamo scavato fino a quando abbiamo potuto, proprio come avevamo progettato,
Ma quando sei risalita hai tirato su la scala e sono rimasto bloccato.

Che cosa dovrei fare, quindi?
Ti chiamo
Ma sei a miglia di distanza, è vero,
A scavare con qualcun altro.

In fondo a questo buco la luce del sole arriva a malapena,
Sento le schegge del sole di mezzogiorno e poi si fa nero come a mezzanotte.
Le uniche stelle che vedo nel cielo non mi emozionano
Perché sono tutte morte da milioni di anni, sono solo luce che si propaga.

E una costellazione è più del punto più luminoso della sua forma,
Ma partivi dal presupposto che ogni telescopio fosse puntato solo contro di te.

E non posso andarmene da nessuna parte se non sempre più a fondo,
Così continuo a scavare
E ogni giorno si fa più scuro
Ma non vedo altro da fare se non dedicarmici.

E se la Terra è tonda, come si dice,
Allora non troverò un altro luogo
In cui sbucare:
Sarebbe ancora più lontano da te.

Che cosa dovrei fare, quindi?
Ti chiamo
Ma sei a miglia di distanza, è vero,
A scavare con qualcun altro.

8. IL VERO AIUTO (È COSÌ DIFFICILE DA TROVARE) (Good Help (Is So Hard to Find))
Se continuerai a pagare tutti i tuoi amici
Non dovrai mai sentire la parola “no”.
Le clausole sulla non divulgazione sono state firmate,
I tuoi segreti sono al sicuro tra quelle righe.

L’impalcatura sarà felice di vederti e ti consolerà,
Ma ricorda quello che ti ha detto tua madre:
Che il vero aiuto è così difficile da trovare
Quando si è una persona così raffinata.

Stai provando a trasformarti in una sbandata
In questa rete infinita.

C’è una lunga, lenta dissolvenza
Su un palco in penombra
E ti sento dire:
“Solo uno stupido se lo lascerebbe scappare”.
Sono uno stupido lo darebbe,
Solo uno stupido lo darebbe poi via.

Dici di volere rivendicare ciò che hai detto.
Non sai che lassù, sopra la città da dove vieni,
L’aria è rarefattissima?
Toglie ossigeno al cervello.

So che è un posto molto pericoloso
Perché ci avvengono più ascensioni di quante ce ne siano nello spazio.
Fotocamere documenteranno
Angeli che causano incidenti.

Ma se dovessi iniziare a levitare,
Tirami in basso con tutto il tuo peso.

C’è una lunga, lenta dissolvenza
Su un palco in penombra
E ti sento dire:
“Solo uno stupido se lo lascerebbe scappare”.
Sono uno stupido lo darebbe,
Solo uno stupido lo darebbe poi via.

Stai provando a trasformarti in una sbandata
In questa rete infinita
Ma dovresti sapere che non è ideale
Avere tutte quelle mani al volante.

C’è una lunga, lenta dissolvenza
Su un palco in penombra
E ti sento dire:
“Solo uno stupido se lo lascerebbe scappare”.
Sono uno stupido lo darebbe,
Solo uno stupido lo darebbe poi via.

9. EL DORADO (El Dorado)
Sembra che tu abbia finalmente trovato El Dorado
A Culver City, che risplende, il suo nome illuminato.

E ho provato ad essere gentile con te.
Oh, sto provando ad essere gentile con te.

È quasi come una festa a cui non hai mai voluto andare,
Ma all’arrivo di un invito cambi idea.

E ho provato ad essere gentile con te.
Oh, sto provando ad essere gentile con te
Mentre stai scivolando via dietro ai cancelli,
Dietro ai cancelli.

Sembra che tu abbia finalmente trovato El Dorado.
E allora perché sembra così anonimo, a malapena reale?

E ho provato ad essere gentile con te.
Oh, sto provando ad essere gentile con te
Mentre stai scivolando via dietro ai cancelli,
Dietro ai cancelli.

10. INGENUA (Ingénue)
Ingenua, che ti abbiamo fatto?
Sento un ticchettio
Sotto a quella pelle morbida.
Quella valuta che è avere ventitre anni
Si trasforma da oro in polvere
Quando cavalchi l’onda della lussuria.
E allora prenditi tutto ciò che puoi
Dalla bocca di un uomo.

Ingenua, vignettata come un fumetto:
I tuoi bordi chiari e definiti,
I colori forti e accesi.

Vorrai essere presa più seriamente,
Ma loro non fanno che darsi un segnale.
Ed è così difficile:
E allora prenditi tutto ciò che puoi
Dalla bocca di un uomo
Prima che la tua sabbia termini.
Prima che la tua sabbia termini.

Ingenua, che ne sarà di te
Quando il glaciale passo dell’età
Scaverà valli sul tuo viso?
Quella valuta che è avere ventitre anni
Resterà la stessa:
Avrà solo un altro nome.
Oh, Ingenua,
Che cosa farai?
Oh, Ingenua,
Che cosa ti abbiamo fatto?

11. MARE BINARIO (Binary Sea)
Oh, Atlante non riusciva a capire
Che il mondo era molto più piccolo
Di quello che teneva sulle spalle un tempo
Ma il suo peso lo portò al pavimento
Mentre tu guardavi i suoi piedi tremare.
Scattavi foto della sua sconfitta
E le inviavi a tutti i tuoi amici,
E abbiamo tutti riso di lui.

Oh, vieni amore mio e nuota con me
In questo vasto mare binario.
Compaiono zeri, figure:
Dimostreranno a tutti che siamo stati qua.
Perché senza alcun documento
Non possiamo costruire il nostro monumento.
Guarda dentro la lente
E mi assicurerò che questo momento non muoia mai.

Oh, Atlante non riusciva a concentrarsi
E ogni giorno si sentiva più distratto.
Sei lentamente finito in disordine
Provando a pensare a qualcosa da dire.
E allora avvicinati, ascolta:
Prima o poi succederà qualcosa di fantastico.

One thought on “Traduzione: Death Cab for Cutie – Kintsugi

  1. Quest’album è vita, quest’album è tutto quello che si può chiedere alla musica.
    Probabilmente l’album alternative rock del decennio, perfetto in ogni suo istante. Inarrivabile opera d’arte.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...