Home

71YovbPHiZL._SL1425_

Ogni capello che perdo è un motivo in più per cui mi convinco che senza l’amore i baci non hanno alcun senso.

1. And I Remember Every Kiss
2. Sipping on the Sweet Nectar
3. The Opposite of Hallelujah
4. A Postcard to Nina
5. Into Eternity
6. I’m Leaving You Because I Don’t Love You
7. If I Could Cry (It Would Feel Like This)
8. Your Arms Around Me
9. Shirin
10. It Was a Strange Time in My Life
11. Kanske är jag kär i dig
12. Friday Night at the Drive-In Bingo

1. E RICORDO OGNI BACIO (And I Remember Every Kiss)
Stasera non ci saranno baci.
Stasera non ci terremo per mano.
Perché ora è tutto cambiato
E non dovrebbe essere così.

So di avere spezzato qualche cuore, lo capisco.
Ti esplodono dei petardi in mano.
E anche se ho sbagliato, ho sempre provato ad essere sincero.

Ma non bacerei mai nessuno
Che non mi brucia come il sole.
E ricordo ogni bacio
Come il mio primo.

Quando ripenso a quella notte
Mi rendo conto di quanto fosse splendido
Essere lì, in riva al lago,
Nella 240 di tuo padre
E mi piacerebbe poter mantenere
Il ricordo di quel bacio così com’è.

Le cose si fanno più complicate con l’età.
Prima che tu possa accorgertene diventi il soldato il qualcuno.
Ti viene data una pistola e la chiami
Come una delle tue ragazze.

Ma giuro che non bacerei mai nessuno
Che non mi brucia come il sole
E apprezzerò ogni bacio
Come il mio primo.

2. SORSEGGIANDO IL DOLCE NETTARE (Sipping on the Sweet Nectar)
Ricordi il tuo primo bacio?
Bé, come posso dimenticarlo?
La mia mano ancora trema
Solo a pensarci.

A volte quasi lo rimpiango,
Così come rimpiango i miei rimpianti.
Mi immagino sul mio letto di morte dire
“Avrei voluto amare di meno”.

Ma è proprio in momenti come questi che lo senti:
E allora leccati le labbra
Perché sono questi i bei momenti che ti mancheranno
Quando starai sorseggiando il dolce nettare
Dei tuoi ricordi.

Fai solo un sorso
E lascia che ti bagni le labbra.
Non lo capirai finché non starai
Sorseggiando il dolce nettare dei tuoi ricordi.

Ieri notte ho incontrato la mia vecchia vita.
Stava ancora aspettando qualcuno in stazione,
Qualcuno che non è mai riuscito ad entrare nella mia nuova vita.
Quindi ho chiamato Lisa,
La mia unica amica:
“Lisa, non so più che fare,
Ogni battito del cuore deve avere un motivo”.

Lei mi ha detto,
“È proprio in momenti come questi che lo senti:
E allora leccati le dita.
Senti la primavera nella brezza?
Devi iniziare a sorseggiare il dolce nettare
Dei tuoi ricordi”.

Faccio un sorso,
Lascio che mi bagni le labbra.
Ripenso a quel bacio.
Devo iniziare a sorseggiare il dolce nettare.

3. L’OPPOSTO DI UN HALLELUJAH (The Opposite of Hallelujah)
Ho portato mia sorella in riva all’oceano,
Ma l’oceano mi ha fatto sentire stupido.
Era come se quelle perle di saggezza che mi ero preparato
Svanissero tutte nell’aria.
Fissavo le onde.

Presi una conchiglia in mano
Per illustrare la mia estrema povertà
Ma ne uscì un granchio,
Rendendola inutile.

E tutte le mie metafore non toccarono il tasto giusto
Lì sugli scogli su cui sedevamo.
Mi chiese, “Dove sei?”

Ma sorella, è l’opposto di un hallelujah.
È l’opposto di quello che sei.
Non te ne accorgi perché ti passa attraverso.
Non sai quello che sto passando.

Non sai quello che sto passando.
Non sai quello che sto passando.
Non sai quello che sto passando.

Tornammo a casa sulle bici che avevamo noleggiato.
Non ti ho ancora detto di quell’inarrestabile dolore.
Pensi ancora che io meriti di essere ammirato,
E io non so ancora nulla di te.
Ti senti anche tu come me?

Hai così tanto per cui vivere, sorellina.
Hai così tanto per cui vivere.

Ma sorella, è l’opposto di un hallelujah.
È l’opposto di quello che sei.
Non te ne accorgi perché ti passa attraverso.
Non sai quello che sto passando.

Non sai quello che sto passando.
Non sai quello che sto passando.
Non sai quello che sto passando.
Non sai quello che sto passando.

4. UNA CARTOLINA PER NINA (A Postcard to Nina)
Nina, posso fingermi il tuo ragazzo
Così che tu possa stare con la tua ragazza.
Tuo padre è un uomo dolce
Ma fatica a capire
Il tuo amore per una donna.

Nina, posso fingermi il tuo ragazzo
Se può servire a mettere fine a questa assurdità.
È la prima volta che ti vedo qua a Berlino
E non mi dici nulla
Finché non siamo fuori dall’appartamento di tuo padre.

Oddio! Gesù!
Provo a concentrarmi sui tuoi occhi.
Ceniamo con la tua famiglia
E io tengo il tuo sopracciglio sinistro sott’occhio.
Se si alza significa “sì”,
Se resta fermo significa “indovina”.
Hey, tu! Smettila di prendermi a calci.
Sto facendo il meglio che posso.
Mi puoi passare i fichi?

Tuo padre mette su il mio disco,
Dice, “Dimmi come vi siete incontrati”.
Mi faccio nervoso e cambio argomento,
Metto la mano su un qualche oggetto di metallo:
Lui scherza e mi dice che è una macchina della verità.

Tira fuori il libretto e inizia a leggere.
“Ho sentito che ti trasferirai al cambio di stagione?”
Gli dico, “Sì, New York è bella in quel periodo dell’anno,
È quasi verde come qua.”
Lui fa, “Pensavo ti stessi per trasferire in Svezia.”

Oddio, che cosa ho fatto?
Sono venuto a Berlino per divertirmi
E l’orologio sul muro segna le quattro, le cinque, le sei.
I miei occhi vengono rapiti da un grosso crocefisso:
Ecco perché non ti lascia essere te stessa.
Il suo cuore cattolico è grande ed è lento.
Sai che farei qualsiasi cosa per amore
Ma Nina, a che cosa stavi pensando?

Ma Nina, posso fingermi il tuo ragazzo
Così che tu possa stare con la tua ragazza.
Tuo padre continua a mandarmi email.
Dice che vuole solo salutarmi,
Io gli rispondo con mail automatiche che dicono che non sono in ufficio.

Nina, voglio solo sapere come stai,
Perché ti penso ogni secondo.
E così ti mando questa cartolina per dirti:
“Non lasciare che nessuno ti metta i piedi in testa”.
Il tuo, Jens Lekman.

Non lasciare che nessuno ti metta i piedi in testa.

5. NELL’ETERNITÀ (Into Eternity)
Se dovessi scegliere un momento
Da portare con me nell’eternità
Sceglierei questo,
Questo momento in cui ti tengo tra le braccia.
So che abbiamo perso l’ultima battaglia.
So che siamo prigionieri.
Sento le catene sferragliare
Ma sono prigioniero di questo momento in cui

Ti tengo tra le braccia.

Amo,
Amo questo mondo.
È un amore che mi spezzerà il cuore,
Un amore che ricostruisce e rimodella il passato,
Che aggiunge un’asciuttezza all’erba secca d’agosto,
Che aggiunge il tramonto alla lente d’ingrandimento
E mi fa combattere per cose che non possono durare.

Ti tengo tra le braccia.

Se dovessi scegliere un momento
Da portare con me nell’eternità
Sceglierei questo,
Questo momento in cui ti tengo tra le braccia.

6. TI LASCIO PERCHÉ NON TI AMO (I’m Leaving You Because I Don’t Love You)
Ti lascio
Perché non ti amo.

È la consapevolezza,
È la consapevolezza,
È la consapevolezza
Di una futura chiarezza
Che mi fa tremare la voce
Con maggiore dignità.

Ti lascio
Perché non ti amo.

Mi spiace dover essere così
Brutalmente onesto, Nicole,
Ma le mie scuse erano bambini
Di neve che proprio non potevo tenere tra le braccia.

Quindi prendi il tuo inalatore
E mettitelo sulle labbra,
E oh, quelle labbra che ho amato,
Quelle che stavo sognando,
Sono così rosse e soffici.
Mi dispiace così tanto non averti potuto amare abbastanza.
Mi dispiace così tanto non averti potuto amare abbastanza.
Mi dispiace così tanto doverti lasciare
Perché non ti amo.
Ti lascio
Perché non ti amo.

Quindi prendi il tuo inalatore
E mettitelo sulle labbra,
E oh, quelle labbra che ho amato,
Quelle che stavo sognando,
Sono ancora rosse e soffici.
Mi dispiace così tanto non averti potuto amare abbastanza.
Mi dispiace così tanto non averti potuto amare abbastanza.

Mi dispiace così tanto.

7. SE RIUSCISSI A PIANGERE (MI SENTIREI COSÌ) (If I Could Cry (It Would Feel Like This))
Se riuscissi a piangere
Mi sentirei così.

8. LE TUE BRACCIA ATTORNO A ME (Your Arms Around Me)
Stavo tagliando un avocado
Quando mi sei arrivata dietro
Con le tue silenziose nuove sneaker,
Non ho visto il tuo riflesso.
Era il giorno più caldo d’agosto
E stavamo andando al mare.
Per un secondo, la mia mente ha iniziato a vagare

E tu mi hai messo le braccia attorno.
Mi hai messo le braccia attorno.
Mi hai messo le braccia attorno.

Il lavandino della cucina si sporcò di sangue.
Ho avuto il tempo di pensare, “Che cos’è questa roba?”
Vedo la punta del mio indice
E la mia mente, lentamente, collega le due cose.
Dalla tua bocca esce la tua adorabile voce,
Le parole più soffici mai pronunciate:
“Si può sempre aggiustare quello che si rompe,
Le cose aggiustate saranno sempre rotte”.

Mi hai messo le braccia attorno.
Mi hai messo le braccia attorno.
Mi hai messo le braccia attorno.
Mi hai messo le braccia attorno.

Devo essere svenuto sotto alla veranda.
Ho sognato che un canguro mi stava portando nel suo marsupio.
Mi risveglio e sono nella sala d’attesa,
Steso su uno sporco divano d’ospedale.
La mia mano è avvolta di carta igienica
E il mio corpo è avvolto da detriti.
Tu sei seduta accanto a me, leggi il giornale
E io metto il tuo braccio attorno a me.

9. SHIRIN (Shirin)
Shirin, Shirin, Shirin, Shirin.

Quando Shirin mi taglia i capelli
È come un amore.
Lascia che quelle ciocche cadano a terra
O lascia che restino dove sono.

Le mostro il mio passaporto,
La mia foto,
Ma lei sorride e mi dice
Che andrà tutto bene.

Shirin, Shirin, Shirin, Shirin.

Quando Shirin mi taglia i capelli
Sua mamma resta seduta sulla sedia a dondolo.
Mi racconta della guerra in Iraq,
A quei tempi erano là.

Shirin mi sposta la testa di lato
Ma nello specchio vedo
Una lacrima nel suo occhio.

Shirin, Shirin, Shirin, Shirin.

Le tue mani sono soffici,
Le tue mani sono soffici come seta.
Sei una goccia di sangue,
Sei una goccia di sangue nel mio bicchiere di latte.

Quando Shirin fa le sue magie
Ai miei riccioli
L’ufficio immigrazione e la finanza
Se ne accorgono.
E se il governo venisse a sapere
Che hai un salone di bellezza
Nel tuo appartamento?

Non lo dirò a nessuno.

10. FORSE TI AMO (Kanske är jag kär i dig)
Ho visto in TV questo ragazzino
Che aveva un maialino domestico.
Sua mamma era stata aggredita da un cane,
E quindi il massimo che poteva prendere era un maiale.

Questo, ovviamente, non c’entra niente con nulla.
È solo che quando ti parlo divento nervoso.
Tutto quello a cui penso ogni giorno sono i baci che ti do.
Una vecchia sensazione che sembra rinfrescante, nuova

Forse ti amo.

Ti ho offerto dei cioccolatini,
Tu hai rifiutato e hai fatto un commento sul mio giacchetto.
“Ti fa sembrare un falegname, ma sei abbastanza uomo per portarlo?”
Ti ho detto, “Era di mio nonno, che cosa potevo fare, non ereditarlo?”

Le mie parole escono tutte sbagliate.
Potrebbe sicuramente servirmi un po’ d’aiuto.
La smetterò di darmi un tono,
Il miglior modo per toccarti il cuore è fare l’idiota.

Forse.

11. VENERDÌ SERA AL BINGO DRIVE-IN (Friday Night at the Drive-In Bingo)
In una minuscola città di campagna nella Svezia del sud
Ci sono due acri di campo e un distributore di benzina.
Io guido il mio motorino, mi voglio divertire
E guardo il sole rosso sangue.
Sulla strada di campagna c’è un viale
Con luci al neon e bar aperti la notte.
Nella mia giacca c’è un mazzo di carte
Fatto solo di jack, giullari e una regina di cuori.

Il mio cuore batte,
Batte come Ringo
Mentre entro nel bingo drive-in.

Perché la gente di campagna vuole assomigliare alla gente di città
Quando la gente di città non è affatto bella?
Voglio che la gente di campagna indossi camicie di flanella
E jeans troppo larghi coperti di polvere.
Voglio che la gente di campagna sia aperta e gentile
Ma la maggior parte delle volte ne ho incontrata chiusa di mente,
Con un grosso cane nero per morderti il sedere,
Dovessero mai scoprire che non sei uno di loro.

E faccio tutti questi pensieri mentre gioco a Zingo1,
Venerdì sera al bingo drive-in.

E quindi è così che ci si diverte da queste parti?
Si gioca a bingo col motore acceso?
Il jackpot di stasera è un maiale – hey, è un crimine!
G-42! Oh, sto facendo una diagonale!
Radunerò un po’ di amici,
Quanti ce ne stanno in una tenda dell’esercito,
Porteremo i nostri risparmi e una bottiglia di vino:
Al tempo che scorre al contrario in questo venerdì sera!

Questo piccolo quartiere a sud ovest non dovrebbe costare così tanto,
Forse una manciata d’argento o qualche centinaio di euro.
Potremmo fare delle feste incredibili in quel grosso, vecchio capanno
E il mulino è perfetto per essere usato nei film, o cose così.
Potremmo fingere le nostre morti per prendere i soldi dell’assicurazione
E usare dei nomi da hippie: io mi chiamerei Snowphish, e tu Sunny.
Potremmo aprire una piccola fattoria piena di piccoli coniglietti bianchi
Solo perché guardarli accoppiarsi è piuttosto divertente.
Ci sono una mucca e uno struzzo che ti aspettano!
Un bicchiere di sidro di mela che ti aspetta!
Il profumo del 1952 che ti aspetta!
E tutto quello che faccio è restare qua ad aspettarti!

Un sogno ad occhi aperti, mi trovo in un limbo.
Venerdì sera al bingo drive-in.

1 Un gioco da tavolo simile al bingo in cui si devono accoppiare immagini invece che lettere o numeri. Qua qualche immagine del gioco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...