Home

am

Era quasi tutto pronto per accoglierti in quella stanza che è il mio cuore e in cui ora non sei più.

1. Do I Wanna Know?
2. R U Mine?
3. One for the Road
4. Arabella
5. I Want It All
6. No. 1 Party Anthem
7. Mad Sounds
8. Fireside
9. Why’d You Only Call Me When You’re High?
10. Snap Out of It
11. Knee Socks
12. I Wanna Be Yours

1. VOGLIO SAPERLO? (Do I Wanna Know?)
Hai le guance rosse?
Hai mai paura di non riuscire a liberarti di quel tipo di persona
Che ti si attacca come qualcosa in mezzo ai denti?
Hai degli assi nella manica?
Non ti rendi conto di esserci dentro fino al collo?
Questa settimana ti ho sognata quasi tutte le notti.
Quanti segreti puoi mantenere?
Perché ho trovato una melodia
Che mi fa pensare a te, per qualche motivo,
E continuo ad ascoltarla
Finché non mi addormento
E verso bicchieri sul mio sofà.

(Voglio sapere)
Se ci sentiamo entrambi così?
(Mi spiace vederti andare)
In un certo modo speravo rimanessi.
(Baby, sappiamo entrambi)
Che le notti sono state create principalmente
Per dire cose che non puoi dire il giorno dopo.

Torno strisciando da te.
Hai mai pensato di chiamarmi dopo che hai bevuto un po’?
Perché io lo faccio sempre.
Forse sono troppo impegnato ad essere tuo per innamorarmi di una persona nuova.
Ora sono riuscito a prendere una decisione,
E torno strisciando da te.

Hai le palle per farlo?
È da un po’ che mi chiedo se il tuo cuore è ancora aperto.
Se lo è vorrei sapere a che ora chiude.
Calmati, fammi vedere le labbra.
Scusa se ti interrompo, è che sono sempre sul punto
Di provare a baciarti.
Non so se ti senti come mi sento io.
Potremmo essere insieme se tu lo volessi.

(Voglio sapere)
Se ci sentiamo entrambi così?
(Mi spiace vederti andare)
In un certo modo speravo rimanessi.
(Baby, sappiamo entrambi)
Che le notti sono state create principalmente
Per dire cose che non puoi dire il giorno dopo.

Torno strisciando da te.
Hai mai pensato di chiamarmi dopo che hai bevuto un po’?
Perché io lo faccio sempre.
Forse sono troppo impegnato ad essere tuo per innamorarmi di una persona nuova.
Ora sono riuscito a prendere una decisione,
E torno strisciando da te.

(Voglio sapere)
Se ci sentiamo entrambi così?
Sono troppo impegnato ad essere tuo per innamorarmi.
(Mi spiace vederti andare)
Hai mai pensato di chiamarmi, cara?
(Voglio sapere)
Se ci sentiamo entrambi così?
Vuoi che torni strisciando da te?

2. SEI MIO? (R U Mine?)
Sono un burattino attaccato a un filo,
Tracy Island1, cuori spezzati, tagliati in due da un diamante in viaggio nel tempo
Vengono a trovarti in un qualche mattino di velluto
In ritardo di anni.
Lei è un risvolto positivo, un cavaliere solitario che cavalca
In uno spazio aperto
Nella mia mente – quando non è lì, accanto a me.

E impazzisco, perché non è qua che voglio essere.
E la soddisfazione sembra solo un ricordo lontano.
Ed è più forte di me,
Tutto quello che voglio sentirle dire è, “Sei mio?”
Sei mio?
Sei mio?
Sei mio?

Penso che quello che sto provando a dire è che ho bisogno di perdere la testa.
Continuo a immaginare di incontrarti, ho sperato che intere vite se ne andassero ignorandole.
Non è giusto, dovremmo essere giorni e giorni da qualche parte a comportarci male,
A fare una grande fuga, avendo perso traccia del tempo e dello spazio.
Lei è un risvolto positivo che si arrampica sul mio desiderio.

E impazzisco, perché non è qua che voglio essere.
E la soddisfazione sembra solo un ricordo lontano.
Ed è più forte di me,
Tutto quello che voglio sentirle dire è, “Sei mio?”
Sei mio?
Sei mio?
Sei mio?

Sei mia? (Sarai mia domani?)
Sei mia? (O lo sarai solo stanotte?)
Sei mia?

E l’emozione dell’inseguimento si comporta in modi misteriosi.
Quindi, se dovessi sbagliarmi,
Vorrei solo sentirti dire che sei dalla mia parte, baby.
Sei mia?

Lei è un risvolto positivo, un cavaliere solitario che cavalca
In uno spazio aperto
Nella mia mente – quando non è lì, accanto a me.

E impazzisco, perché non è qua che voglio essere.
E la soddisfazione sembra solo un ricordo lontano.
Ed è più forte di me,
Tutto quello che voglio sentirle dire è, “Sei mio?”
Sei mio?
Sei mio?
Sei mio?

1 Luogo dove vivono i protagonisti della serie di fantascienza britannica Thunderbirds.

3. UN ULTIMO BICCHIERE (One for the Road)
Dal profondo del tuo cuore, in zona retrocessione.
Lo sapevo fin dall’inizio.
Lo shake, rattle and roll1.
Le fessure tra le tapparelle-blackout proiettano ombre sul soffitto
Ma ti senti bene.
Pensavo che fuori fosse buio.
Pensavo che fuori fosse buio.

Un ultimo bicchiere.
Torniamo tutti da te, ti siedi sul pavimento e parliamo.
Non mostrarmi la casa, non serve,
Mi sembra di essere già stato qua.
Mi chiedo se dopo, quando dirai a tutti di andarsene,
Mi verserai un ultimo bicchiere.

Sapevo che mi sarebbero arrivate queste carte.
Sapevo non avresti lasciato.
Lo sapevo fin dall’inizio.
Lo shake, rattle and roll.

Un ultimo bicchiere.
Torniamo tutti da te, ti siedi sul pavimento e parliamo.
Non mostrarmi la casa, non serve,
Mi sembra di essere già stato qua.
Mi chiedo se dopo, quando dirai a tutti di andarsene,
Mi verserai un ultimo bicchiere.

Il miscuglio ti prende alla testa.
Non agitarti,
Non lasciarti andare.
La colonna sonora di un disastro
Suonata da una qualche chitarra scordata.

Un ultimo bicchiere.
Torniamo tutti da te, ti siedi sul pavimento e parliamo.
Non mostrarmi la casa, non serve,
Mi sembra di essere già stato qua.
Mi chiedo se dopo, quando dirai a tutti di andarsene,
Mi verserai un ultimo bicchiere.

1 Shake, Rattle and Roll è il titolo di una celebre canzone rock & roll, registrata per la prima volta da Big Joe Turner (qua l’audio) e poi da nomi come Bill Haley, Chuck Berry, Elvis Presley e i Beatles. La frase significa letteralmente “Scuoti, trema e rotola” (suona malino in italiano, nevvero? L’ho lasciata in originale per questo) ed è un riferimento alla tensione provata da un giocatore di poker durante una partita.

4. ARABELLA (Arabella)
Arabella indossa stivali di pelle di coccodrillo interstellari,
Ha uno scivolo attorno al mignolo e continuo a salirci e risalirci.
Ha un costume da bagno da Barbarella color argento,
E quando ha bisogno di ripararsi dalla realtà
Si immerge nei miei sogni ad occhi aperti.

I miei giorni migliori finiscono con un tramonto che si incastra dietro
A quella signorina seduta sul sedile passeggero.
Senza lei a fermare la luce è tutto molto meno pittoresco,
L’orizzonte ci mette il massimo ma non è proprio quel piacere per gli occhi
Che è Arabella.

Potrei essere riuscito a entrare nella tua mente e nella tua anima
Ma non posso esserne sicuro.

Arabella ha una testa anni 70
Ma è un’amante moderna.
È un’esplorazione, è fatta di spazio
E le sue labbra sono come l’orlo della galassia,
E il suo bacio ha il colore di una costellazione che si sistema al suo posto.

I miei giorni migliori finiscono con un tramonto che si incastra dietro
A quella signorina seduta sul sedile passeggero.
Senza lei a fermare la luce è tutto molto meno pittoresco,
L’orizzonte ci mette il massimo ma non è proprio quel piacere per gli occhi
Che è Arabella.

Potrei essere riuscito a entrare nella tua mente e nella tua anima
Ma non posso esserne sicuro.

(È una magia) in un cappotto leopardato.
Spero sotto abbia (Solo una sottoveste).
(Mi chiedo) se posso avere una di quelle
Sigarette (organiche) che fuma.
(Avvolge le sue labbra) attorno a una coca messicana
(E ti fa desiderare) di essere la bottiglia.
(Fa un sorso) della tua anima, e suona così.

Potrei essere riuscito a entrare nella tua mente e nella tua anima
Ma non posso esserne sicuro.

5. VOGLIO TUTTO (I Want It All)
Fede cieca, mal di cuore.
Giochi mentali, errori.
Mia dolce palla di fuoco,
Mio dolce discorso senza capo né coda.

Voglio tutto.

Vecchi cani, nuovi trucchi.
Lo senti?
Una ragazza di campagna dell’era spaziale,
Un miracolo freddo come la pietra.

Voglio tutto.

E, improvvisamente, mi torna in mente.
È passato un anno
Da quando ho bevuto quella bottiglia in miniatura di whisky
E abbiamo condiviso la tua coca.
Ti ho detto, “È proprio da te baciarmi
E poi andartene per la tua strada”.
Lasciami ad ascoltare gli Stones
A 2000 anni luce da casa.

Voglio tutto.

6. CANZONE DA FESTA N. 1 (No. 1 Party Anthem)
E così sei a caccia, chiedendoti se lei se n’è già andata.
Hai un chiodo, il colletto alzato come un antenna.
Non sai mai quando fermarti.
Porti occhiali da sole al chiuso: tipico.
Ci sono luci sul pavimento e sudore sui muri,
Gabbie e pali.

Smettila di cercare la tua anima gemella, o almeno prenditi una pausa.
Lei fuma al chiuso, furtivamente,
E dice che i gestori del posto sono suoi vecchi amici.
Sorseggia un drink e ride per battute immaginarie.
Tutti i segnali vengono mandati, i suoi occhi ti invitano ad avvicinarti
Ed è come se quei nodi alla gola
Che hai appena ingoiato ti avessero dato una spinta.

Forza, forza, forza.
Forza, forza, forza.
Canzone da festa numero uno.

Ha un certificato che garantisce la sua capacità di strabiliarti.
Sapendo benissimo che non è così
Potrei suggerirle di averla già vista da qualche parte
Solo per iniziare a parlare.
Monologhi ubriachi – mi sento confuso perché
Non è come se mi stessi innamorando, voglio solo che tu mi tratti male
E sembra che tu lo possa fare benissimo.

Forza, forza, forza.
Forza, forza, forza.
Canzone da festa numero uno.

Lo sguardo innamorato, il sangue che scorre,
Quel “Lei è con me”, il “Non è un mio problema”,
I fotografi, Camera Plus,
Il bianco e nero, i colori modificati,
Le ragazze che si divertono, i tavoli e i divanetti,
La casa del divertimento, la canzone da festa numero uno.

Forza, forza, forza.
Prima che il momento passi.
Canzone da festa numero uno.

7. SUONI MATTI (Mad Sounds)
Suoni matti nelle tue orecchie
Che ti fanno sentire bene.
Ti riportano in vita.
Suoni matti nelle tue orecchie
Che ti fanno alzare e ballare.
Ti fanno alzare,
Sì, ti fanno alzare.

L’amore cede sotto lo sforzo
Di quelle notti sfrenate.
Scappa pure, non puoi nasconderti.

Suoni matti nelle tue orecchie
Che ti fanno alzare e ballare.
Ti fanno rialzare.
Compaiono ancora ed ancora tutta notte,
Ti fanno alzare e ballare.
Sì, ti fanno alzare.

Metti che tu debba fare quello che devi fare.
Semplicemente non ci sentivamo come volevamo sentirci.
A volte ti siedi, ti ci metti d’impegno,
Ma non riesci proprio a capire che cosa è andato male –
E poi, dal nulla, qualcuno viene da te e ti colpisce con un “Ooh la la la”…

Suoni matti nelle tue orecchie
Che ti fanno sentire bene.
Ti riportano in vita.
Suoni matti nelle tue orecchie
Che ti fanno alzare e ballare.
Ti fanno alzare,
Sì, ti fanno alzare.

8. FOCOLARE (Fireside)
Non riesco a spiegarlo, ma ci voglio provare.
C’è quest’immagine di noi due
Che mi passa per la testa, danzando,
Di mattino e di notte.

Ci sono tutti quei segreti che non riesco a mantenere,
Come il fatto che nel mio cuore c’è quella suite di hotel
In cui hai vissuto per così tanto tempo.
In un certo senso è strano che ora tu te ne sia andata.

Non sono sicuro di doverti
Mostrare quello che ho trovato.
Se n’è andato per sempre
O sta ritornando?
Non è difficile fare una scelta
Quando sei tu che stai perdendo
E la tua miccia è un focolare?

Ci sono tutti quei posti in cui andavamo,
E ho il sospetto che tu già lo sappia
Ma quel posto che ti piace in via dei ricordi
È ancora uguale a prima
Ma è come se qualcosa fosse cambiato.

Non sono sicuro di doverti
Mostrare quello che ho trovato.
Se n’è andato per sempre
O sta ritornando?
Non è difficile fare una scelta
Quando sei tu che stai perdendo
E la tua miccia è un focolare?

E pensavo sarei stato tuo per sempre,
O forse mi sono sbagliato,
Ma ultimamente non riesco proprio
A passare le mie giornate senza pensare a te.

Non sono sicuro di doverti
Mostrare quello che ho trovato.
Se n’è andato per sempre
O sta ritornando?
Non è difficile fare una scelta
Quando sei tu che stai perdendo
E la tua miccia è un focolare?

11. PERCHÉ MI CHIAMI SOLO QUANDO SEI FATTO? (Why’d You Only Call Me When You’re High?)
Il riflesso nello specchio mi dice che è ora di tornare a casa.
Ma non ho ancora finito, perché tu non sei accanto a me.
E quando sono arrivato mi è sembrato di vederti andar via, con le scarpe in mano.
Ho deciso che stavo solo sognando ancora una volta di incontrarti per caso.

E adesso sono le tre del mattino e sto provando a farti cambiare idea,
Ti ho lasciato diverse chiamate senza risposta, poi ti ho scritto e mi hai detto:
“Perché mi chiami solo quando sei fatto?”

Sono da qualche parte dove c’è più buio, a parlare delle stesse stronzate.
Mi serve un partner – bé, sei fuori stasera?
Riuscire a farmi ascoltare da te diventa sempre più difficile man mano che vado avanti.
Non sono capace a prendere decisioni accettabili o a farmi venire cattive idee.

E adesso sono le tre del mattino e sto provando a farti cambiare idea,
Ti ho lasciato diverse chiamate senza risposta, poi ti ho scritto e mi hai detto:
“Perché mi chiami solo quando sei fatto?”

E non ti vedo, mi chiedo dove tu possa essere.
È come se stesse finendo il mio tempo.
Non ho trovato tutto quello che speravo di trovare.
Avevi detto che ti saresti dovuta alzare di mattina, che saresti tornata a casa presto,
E mi stai iniziando ad annoiare, perché mi chiami solo quando sei fatto?

10. TORNA IN TE (Snap Out of It)
Che cosa è successo recentemente nel tuo mondo?
Che cosa hai fatto?
Ho sentito dire che ti sei innamorata, o almeno che ci sei andata vicino.
Devo dirti la verità.

Voglio prendervi entrambi per le spalle e scuotervi, baby,
Torna in te.
È come se ti avessi lasciata troppo tardi, ma baby,
Torna in te.
Se quella pendola non dovesse continuare a oscillare
O se la cicciona dovesse aver voglia di farsi una cantata
Io sarò qua,
Ad aspettare più pazientemente che mai
Che tu torni in te.

“Per sempre” non è una parola per tutti.
Lo è per te?
Mi fa venire in mente il sistemarsi
O l’arrendersi,
Ma non sembra molto adatta a te.

Voglio prendervi entrambi per le spalle e scuotervi, baby,
Torna in te.
È come se ti avessi lasciata troppo tardi, ma baby,
Torna in te.
Se quella pendola non dovesse continuare a oscillare
O se la cicciona dovesse aver voglia di farsi una cantata
Io sarò qua,
Ad aspettare più pazientemente che mai
Che tu torni in te.

Sei ipnotizzata, ti hanno fatto un incantesimo.
Cara, come hai potuto essere così cieca?

Voglio prendervi entrambi per le spalle e scuotervi, baby,
Torna in te.
È come se ti avessi lasciata troppo tardi, ma baby,
Torna in te.
Se quella pendola non dovesse continuare a oscillare
O se la cicciona dovesse aver voglia di farsi una cantata
Io sarò qua,
Ad aspettare più pazientemente che mai
Che tu torni in te.

11. PARIGINE (Knee Socks)
Tieni la luce accesa il pomeriggio
E le notti si fanno più lunghe.
Dai baci per aprirti un varco nel buio
Con una lingua color sciroppo per la tosse.

Ed eri seduta in un angolo con i tuoi cappotti buttati l’uno sull’altro,
E pensavo che saresti potuta essere mia
In un piccolo mondo, un martedì notte eccezionalmente piovoso,
Nel posto e nel momento giusto.

Quando gli zeri si allineano sull’orologio a 24 ore,
Quando sai chi ti sta chiamando anche se hai bloccato il suo numero,
Quando hai girato attorno a casa tua con addosso la mia Lacoste azzurro cielo
E le tue parigine.

Bé, hai curato la mia tristezza di gennaio.
Sì, mi hai fatto stare meglio.
Ho l’impressione di essere stato io ad accendere l’unica miccia
Che stavi provando a lasciare spenta.
Eri un’estranea nella mia rubrica e io fingevo di saperlo
Perché non avevo niente da perdere.
Non è divertente quello che sei disposto a fare
Quando l’inverno è più freddo e i tuoi sogni non vogliono proprio avverarsi?

Quando gli zeri si allineano sull’orologio a 24 ore,
Quando sai chi ti sta chiamando anche se hai bloccato il suo numero,
Quando hai girato attorno a casa tua con addosso la mia Lacoste azzurro cielo
E le tue parigine.

Il tardo pomeriggio,
Il fantasma nella tua stanza
Che hai sempre pensato non avrebbe approvato
Le tue scopate
Non mi ha mai impedito di raggiungere quel dolce punto
Sull’orlo delle tue parigine.

Saremmo potuti essere una squadra,
Avremmo potuto avere un sedile di moto su cui stare entrambi,
Proprio come all’inizio di Mean Streets,
You could be my baby1.

Quando gli zeri si allineano sull’orologio a 24 ore,
Quando sai chi ti sta chiamando anche se hai bloccato il suo numero,
Quando hai girato attorno a casa tua con addosso la mia Lacoste azzurro cielo
E le tue parigine.

1 La canzone che accompagna i titoli di testa di Mean Streets è You Could Be My Baby (“Potresti essere mia”) delle Ronettes.

12. VOGLIO ESSERE TUO1 (I Wanna Be Yours)
Voglio essere il tuo aspirapolvere
E respirare la tua polvere.
Voglio essere la tua Ford Cortina,
Non arrugginirò mai.
Se ti piace il caffè caldo
Lasciami essere la tua caffettiera.
Scegli tu, baby,
Voglio solo essere tuo.

I segreti che ho tenuto nel mio cuore
Sono più difficili da mantenere di quel che credessi.
Forse voglio solo essere tuo,
Voglio essere tuo.

Lasciami essere il tuo contatore
E non mi spegnerò mai.
Lasciami essere la stufetta portatile
Senza la quale avresti freddo.
Voglio essere il tuo gel,
Essere profondamente devoto ai tuoi capelli,
Profondo almeno come l’Oceano Pacifico,
Voglio essere tuo.

I segreti che ho tenuto nel mio cuore
Sono più difficili da mantenere di quel che credessi.
Forse voglio solo essere tuo,
Voglio essere tuo.

Scegli tu, baby,
Voglio solo essere tuo.

1 Il testo del brano è adattato dall’omonima poesia dell’inglese John Cooper Clarke.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...