Home

a0857850746_10

La velocità significa tutto, quando è il mondo stesso a soffiarti alle spalle. E sulle vele restano nomi sferzati dal vento.

1. Luck Has a Name
2. Opener
3. Everything Is
4. Interiors
5. Sum of All Parts
6. The Reason I Took So Long
7. Impasses
8. Mannheim
9. Standards & Practice
10. Lean Out
11. Speeds of Ocean Greyhounds

1. LA FORTUNA HA UN NOME (Luck Has a Name)
Proprio come cielo e terra cadranno,
Gli errori verranno puniti.
Occhi, restate spogli.
Anche alla fine di tutto, ci sentiamo stanchi all’arrivo
E abbiamo punteggi da stabilire.

Un passo troppo in là.
Una notte via da casa.
Impara come ci si sente ad andarsene.

Rimandaci indietro in quel modo
Così sicuro, proprio come ci avevi promesso.
Le notti continuano a rubare dettagli di quel posto.
Dormiremo quando saremo morti,
E abbiamo punteggi da stabilire.

L’impegno più grande se lo prendono quelli che restano.
E apparentemente è così che quest’onda si spezza.
Una scrivania vuota, una porta aperta e un telefono che squilla.

Un passo troppo in là.
Allontanati.
Impara come ci si sente ad andarsene.

Mi canteresti una canzone assieme al cadere dei muri?
Jody può anche lanciare il dado, non me ne frega niente.
Non posso vivere in un passato che è morto.
Fermate la clessidra,
Il tempo si è assottigliato.
Ho finalmente finito le mie case.
Mi canteresti una canzone assieme al cadere dei muri?
Jody può anche lanciare il dado, non me ne frega niente.

2. CAVATAPPI (Opener)
Sei freddo come il drink che stringi in mano.
È chiaro come le rughe sulla tua fronte.
È monotono come il tono della tua voce
E scuro come la quercia nei tuoi occhi.
Ogni tuo respiro rimette il passato al suo posto.
Sono già stato in questa stanza.
Ogni tua parola:
La guida di un appassionato al non perdere tempo.

Hai ragione.
I cattivi appetiti, nella vita vera,
Non ci aiuteranno a dormire la notte.
Hai ragione.

Continueremo insieme,
Mentre i segreti verranno stretti dai palmi delle nostre mani.
E quella primavera vivrà per sempre
In cicatrici che mai scompariranno.
Ogni tuo respiro rimette il passato al suo posto.
Sono già stato in questa stanza.
Ogni tua parola:
La guida di un appassionato al non perdere tempo.

Ci hanno mischiati assieme.

3. TUTTO È (Everything Is)

-Strumentale-

4. INTERNI (Interiors)
Brucio in stanze vuote e guardo in fondo a corridoi.
E la luce continua a trovare punti del dipinto da scrostare.
Ogni giorno.
Stiamo passando troppo tempo al chiuso,
E cambieremo idea, troveremo nuovi modi di pensare.
Ogni giorno.
Forse ci avremmo dovuto provare prima.

Guardo la linea che il tuo sguardo segue,
Fissi il pavimento.
Sembri stanca come la carta che ricopre questi muri
E allora inizio a ricordare perché sei venuta.
Non puoi ignorare tutto questo silenzio e aspettarti che sia io a spiegarmi.

Come cambiamo idea, troviamo nuovi modi di pensare
Ogni giorno!
E se ti dessi troppo annegheresti.
E come la corda più lunga, lanciata mentre stavo affondando,
Mi ha portato alla mia fine!
Mi avresti dovuto tirare a riva prima.

E se adesso fosse un suono?
Potresti farmelo risentire?
Per poterti assordare e poi scomparire?
Potresti farmelo sentire?

Hai impacchettato tutto senza mai spedirlo.
È sigillato perfettamente, l’indirizzo scritto sopra.
“Chi vive nell’acqua calda”.
È il vigore quello che non prendi in considerazione,
Pensieri che si nascondono dietro labbra silenziose.
Non fai che nuotare nell’acqua calda.

Tirami via le coperte.

Chi ha tracciato il confine?
Una mano sicura, una mano sicura.
Brucio in stanze vuote.
Brucio in stanze vuote.

5. SOMMA DI TUTTE LE PARTI (Sum of All Parts)
Ci siamo accontentati di qualcosa in meno.
Facciamo ammenda, lo chiameremo tempo.
Ci accontentiamo sempre di qualcosa in meno,
Quando passiamo metà della nostra vita richiamando alla memoria un tempo
In cui la nostra immagine era meno che una bugia.

Salterò fuori quando troverai le parti giuste
E canterò più forte quando i nostri affetti si lasceranno.

Ci siamo accontentati di qualcosa in meno.
Facciamo ammenda, lo chiameremo tempo.
Ci accontentiamo sempre di qualcosa in meno,
C’era un disegno che si ripeteva sul pavimento,
C’era tempo per tornare sui miei passi
Sul sentiero che portava ai piedi delle tue scale.

Troppo, troppo.
Adesso ci vuole sempre troppo tempo.

Salterò fuori quando troverai le parti giuste.

6. IL MOTIVO PER CUI CI HO MESSO COSÌ TANTO (The Reason I Took So Long)

-Strumentale-

7. VICOLI CIECHI (Impasses)
E così, sembra sia arrivato il momento di prendere una decisione.
Come rinnovare quello che hai deciso di lasciarti dietro?
Verso vino e parole da due soldi sul pavimento
Come se non importasse.
Non mi focalizzerò su queste notti sprecate
A cercare un partner da desiderare.
Racconti asimmetrici che riempivano la terra
Così da permetterci di camminarci in mezzo.

Sarei potuto essere un po’ del tuo tempo sprecato.
Per me non lo è stato.

Freddo! Congela e scongela queste ore di ghiaccio.
Il suono di quello che potrebbe esserci fuori trapela tra i mattoni.
Mi raggiunge, e poi non più.
Uno sguardo solitario e inebriato mentre ti chiedi, “È davvero qua che sono?”

Non mi focalizzerò su queste notti sprecate, su questi vicoli ciechi e su questi nodi.
Le possibilità di quello che potrebbe esserci fuori trapelano tra i mattoni.
E così, frasi sussurrate che ci dividono
Premiano il senso che esce dalle mascelle della routine.
Dalla porta entra un altro motivo per restare.
Piega il bicchiere e passami un po’ di tempo.
Non mi focalizzerò su queste notti sprecate
Ad annegare le ombre degli esseri umani che siamo stati.
Piega il bicchiere e passami un po’ di tempo.

Sarei potuto essere un po’ del tuo tempo sprecato.
Per me non lo è stato.

Bevi alla mia salute,
I fantasmi non parlano.
Bevi alla mia salute,
Il tuo ragionamento è sbagliato.
Lascia che il sole tramonti,
Il tuo ragionamento è sbagliato.
Mandami qualcosa da vedere.

8. MANNHEIM (Mannheim)
Ignota i motivi e lascia che gli indegni godano di te in segreto.
Teso, stanco e in vendita.
Hai scelto la tua afflizione perfetta.

Infila una spilla per ricordartelo
Ogni volta che pensi sia la cosa giusta da fare.
Le cose sono andate male troppe volte.
Consideralo legna da ardere
E dagli fuoco, dagli fuoco.

E allora vai a morire, lentamente, col passare del tempo
O riprenditi la materia di un’identità svuotata.
So che esisti,
Ma esisti troppo lontano nel passato.

Seguiamo gli echi delle frasi che hai preso in prestito.
Le ore che ti sei preso.
Il tendine che hai strappato.

9. GLI STANDARD E LA PRATICA (Standards & Practice)
Se ci fossero modi, mezzi o metodi
Per apparire al posto giusto nel modo più tagliente,
Con forma, con una funzione…
Quella scena che tenevo al sicuro in una cornice.
Il pensiero torna a quando avevo quattordici anni, nel 1985,
E come vorrei che quelle conversazioni fossero sopravvissute
Con forma, con una funzione.
La distanza mi lascia a terra,
Ma voglio che tu senta la mia voce.
Ti sto lanciando un segnale.

La storia si sta soffocando con i fumi di questa notte.
Stai impedendo che questa replica venga trasmessa.

E adesso le nostre parole riempiono i vuoti lasciati dal tempo.

Mi sono lasciato ingannare da questa debolezza,
Ed è passato così tanto tempo da quando le nostre voci si sono sgonfiate.
Fragili e impeccabili.
Quegli occhi che non sono mai riuscito a far tornare indietro.
Ricordi i finali?
Sai il motivo per cui ce ne stavamo andando.
Il contesto che ci fa provare queste emozioni, il contesto che ci fa provare queste emozioni.
Idee che non cresceranno.
Canzoni che nessuno suona più.
Fragili e impeccabili.
Quegli occhi che non sono mai riuscito a far tornare indietro.
Il contesto che ci fa provare queste emozioni.

10. SPORGITI (Lean Out)
Guidatore, ti prego, svegliati.
Guidatore, ti prego, svegliati.
C’è qualcosa che non va,
Sento il profumo del fuoco.
Guidatore, ti prego, svegliati.

Padre, ti prego, rispondi.
Padre, ti prego, rispondi.
Il mondo sembra sbagliato, visto da quest’angolo.
È buio e il guidatore
Non sembra volersi svegliare.

Penso di aver fatto una cazzata.
Penso di aver fatto una cazzata.
Ho impacchettato tutte le mie cose
E mi sono lasciato lei dietro.
Come se avessi le idee
Perfettamente chiare.

Le mie idee erano perfettamente chiare.
Le mie idee erano perfettamente chiare.
Ho impacchettato tutte le mie cose
E sono qua con me, ora,
E la mia testa è livida,
E non mi ero ancora accorto di questa cicatrice,
Il sole è calato
E abbiamo guidato troppo lontano, e…

Padre, ti prego, rispondi.
Padre, ti prego, rispondi.

11. VELOCITÀ DI GREYHOUND OCEANICI (Speeds of Ocean Greyhounds) 1
Ricamando il tuo nome nel tessuto delle vele,
Salpo verso l’acqua più profonda.

Fantasmi di lei scivolano al traverso,
Dentro me si contorce la ricerca
Di quella luce che splende quando si spegne la luce.

Ho trovato il tuo nome ricamato nel tessuto delle vele.
Vincitrice! Vincitrice!

La bussola si rompe,
I nostri piedi senz’ancora devono bruciare nuovi sentieri
In questi tempi che mettono alla prova le anime degli uomini.

Non c’è buio che possa illuminare questa notte.
Taglia con l’ascia la radice di tutto ciò che, stanotte, qua aleggia.

Accetta il fatto che i motivi per tornare indietro sono stati portati via dalla corrente,
Perché la terra è stata divorata dalle profondità del mio inganno.
Le diverse scuole di pensiero, le onde che mi hanno mentito.
Se la mia anima è stata divorata da quella vita che mai vedrò,
Allora la velocità significa tutto
Perché il destino non può raggiungere quelle di Greyhound oceanici.

Non mi importa quanto ci vorrà a tornare indietro,
Tanto non possono raggiungerle.
Ed è da un po’ che mi sono perso,
E il 243 continua a ripetersi. 2
Questo viaggio parla per sé stesso.
La distanza, la sconfitta,
Il tempo che ci vuole a tornare indietro,
Non possono raggiungere quelle velocità,
E la velocità significa ogni cosa
Perché il destino non può raggiungere quelle di Greyhound oceanici.
Non possono raggiungere quelle velocità.

1 La Greyhound Lines è una celebre azienda di trasporto passeggeri su gomma statunitense. Greyhound è diventato termine di uso comune per indicare i suoi bus.
243 è il numero di giorni terrestri che Venere impiega a compiere una rivoluzione, e quindi a far passare un anno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...