Home

pitysex

Ho appoggiato la testa sulle tue gambe e ho iniziato a respirare al tuo ritmo. Eravamo diventati una cosa sola.

1. Wind-Up
2. Keep
3. Drown Me Out
4. Smoke Screen
5. Hollow Body
6. Sedated
7. Honey Pot
8. Drawstring
9. St John’s Wort
10. Fold

1. FASTIDIO (Wind-Up)
Non avvicinarti troppo.
Non provare a conoscermi, non c’è niente da conoscere.
Dammi fastidio e fammi andare via.

Mi è tornato il mal di testa.
Ho tutto il giorno da buttar via e un letto vuoto.

La mia testa non vuol smettere di girare.
La mia testa non vuol smettere di girare.
La mia testa non vuol smettere di pugnalarmi alle spalle.

In sogno, ero funzionante.
Sono svanito nella luce del giorno.
Non ci capisco niente.

Il giramento è diventato strano?
Il giramento è diventato strano?
Il giramento è diventato strano?
Il giramento è diventato strano?

2. TIENITI (Keep)
Tieniti il mio cuore, non lo rivoglio indietro.
Tienimi per mano, sono nata per cose come questa.

Sono stati dodici lunghi mesi e la mia vita è andata piuttosto bene.
Ma stasera, prova ad ascoltarmi. Perché non provare?
Forse è passato troppo tempo e dovrei lasciar stare. Dirti addio.
Ma se solo riuscissi a dimenticare quell’inverno ti darei la mia vita.

Non sono mai stato il tipo, lo sai.
Ho paura di morire.
Non sarebbe servito a nulla se non potessi dire che ci ho provato.
Rimpiangerei tutto se pensassi di essertene andato dalla mia vita.

Tieniti il mio cuore, non lo rivoglio indietro.
Tienimi per mano, sono nata per cose come questa.

È da un po’ che sono sola.
Ti voglio ancora qua, al mio fianco.
Ma capirei se volessi lasciarmi indietro.

3. SOVRASTAMI (Drown Me Out)
Sono uno sbruffone.
Penso sempre ad alta voce.
Sono uno sbruffone.
E allora sovrastami.

Dici cose cattive.
Dici cose piuttosto cattive.
Sei piuttosto comprensivo quando mi sovrasti.

Non c’è niente di cui parlare quando parliamo d’amore.

È da troppo tempo che ho in testa questo brutto pensiero.
Ho paura di aprire la bocca.
E allora sovrastami.

4. CORTINA FUMOGENA (Smoke Screen)
Ho lasciato la coperta sul tetto.
Il mattino dopo era bagnata.
I tuoi occhi, verdi e di rugiada.
Tra qualche giorno te ne andrai.
Ti perdi così facilmente.
Hai bruciato il tuo profumo nella mia gola.
Sento il tuo sapore.

La strada sotto di noi è fatta di mattoni.
Ho le guance rosse e mi sento bloccata.
Scompaio dietro una cortina fumogena.
Tra qualche giorno te ne andrai.
Ti perdi così facilmente.
Hai bruciato il tuo profumo nella mia gola.
Sento il tuo sapore.

L’amore mi ha confusa.

5. CORPO VUOTO (Hollow Body)
Vivi nella mia gola.
Sei piegato là dentro.
Una reliquia.
Il tuo profumo.
Il tuo ricordo.
Pacato e momentaneo.
Pesante.
L’odore di sonno.
Reminescente.
Agrodolce.

Una volta, ho appoggiato la testa su di te
E ho adattato il ritmo del mio respiro al tuo
Come se, in qualche modo, ci avrebbe potuto legare assieme indelebilmente.

Vivi nelle mie cavità.
Negli spazi vuoti del mio corpo.
La tua voce.
Il tuo ricordo.
Piantati nel profondo.
Una buca dentro me.

6. SEDATO (Sedated)
Non esco molto.
Continuo a innamorarmi.
Un suggerimento di sole.
Labbra anestetizzate.
Una camera da letto al piano di sopra.
L’aria è afosa.
Lo spazio non è nulla.
Un muro di finestre.
Lascia entrare il freddo.
Ti sei accorta che ti stavo guardando.
Mattine sprecate.
Mezzenotti sprecate.
Il mondo si illumina.
Un cenno.
Sedato.
Sedato e svergognato.

7. VASETTO DI MIELE (Honey Pot)
Mi hai trovato con la mano nel miele.
Ho i palmi pieni. Ho tutto.
Pelle dorata all’inizio d’estate.
Perdiamo magliette e denti bianchi.

Mi prenderò ciò che voglio.
Ammetterò tutti i miei difetti.
Jeans sporchi e lingue fingono di parlare.
Non mi sentirò in colpa quando mi bacerai.

L’amore è malleabile e si piega come un corpo.
Gambe avvolte attorno a me.
Il giardino recintato è un mito che non riesco a concepire.
E so dove dormirò.

Vasetto di miele.
Mi prenderò ciò che voglio.
Voglio.

8. CORDONCINO (Drawstring)
Il tuo nome è un cordoncino che porto attorno al collo.
Si stringe sempre di più ad ogni respiro.

E anche se probabilmente mi merito questo cappio, c’è una cosa che vorrei dire.
Una cosa che mi tengo dentro da settimane e mesi.
Sappi solo che non ti ho mai odiato.
Non che mi aspetti di mettere le cose a posto, di vendicare un torto.
Sappi solo che non ti ho mai odiato.
E che se non sopporti di sentire o vedere il mio nome, lo capisco.

9. L’ERBA DI SAN GIOVANNI (St. John’s Wort)
Sto provando a curarmi.
A ingoiare la mia compassione.
Vorrei che restassi qua con me.
Dimmi che è facile.
Preparami un mazzo di fiori.
Non lasciar perdere.
Allaccia le tue dita attorno alla mia gola.
Fammi sentire al sicuro. Ho paura.

Non credo in molte cose, lo giuro.
Un’aureola sopra di me.
Un’aureola sotto di me.
Ho il tuo petalo sulla punta della lingua.
Chiamalo rituale.
Chiamalo protezione.

Sto provando a curarmi.
Cancella il mio corpo.
Rimpiazzalo con qualsiasi cosa tu voglia.
Mettitelo accanto.

10. PIEGO (Fold)
Ho impilato tutti i tuoi vestiti.
Li piego sul tuo letto.
La primavera è viva, qua in Michigan.
Sei morto.

Mi passo la tua camicia preferita sul viso.
Inalo più profondamente che posso.
Quel profumo è vivo ma
Tu sei morto.

Cado sul pavimento
Stringendo forte il tessuto che, una volta, hai indossato.
Li tengo nel mio letto,
Sperando di riuscire a riaddormentarmi.
Perché, nei miei sogni,
Sei più che un ricordo.

La tua voce, la tua faccia
Sbucano dalle pieghe del mio cervello.
Sei ancora la corrente che passa per le mie vene.
Io sono viva anche se tu sei morto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...