Home

ZIK1142371.1336685742.580x580

Sanguino, sanguino e mi lacero le carni in segno di pentimento. Bruciami e dissolvi il mio corpo in cambio della luce, dell’amore, dell’eternità. Rendimi suono, rendimi preghiera, rendimi totale purezza.

1. Intro
2. Un’aria
3. Skullflower
4. My Horse Must Lose
5. Chiriacho Summit
6. Horses in the Sky
7. Stockhausen, Es Ist Ihr Gehirn, Das Ich Suche
8. Prayers on Fire
9. The Golden Boy That Was Swallowed By the Sea
10. This Heat
11. Un’aria ancora
12. St. Brodarick Is in Antarctica
13. The Heretic
14. There Can Be No Dispute That Monsters Live Among Us

1. INTRO (Intro)

-Strumentale-

2. UN’ARIA (Un’aria)
In questa stanza, le ore dell’amore
Differiscono in sfumature di grigio,
Continuano a proiettare ombre.
In questa stanza, le ore dell’amore
Differiscono nelle loro paure, scuoteremo chi ama.
Chi cerca, quest’oggi, il nostro buio pomeriggio
In cui i vermi strisciano alla luce del sole
Per essere stuprati,
Nutrimento degli uccelli.
Per essere stuprati nell’essere cibo.

3. FIORETESCHIO (Skullflower)
Oh quanto, quanto vale la pena aspettare.
È come se tutto fosse troppo veloce, troppo veloce perché tu…
Oh, come esitano, sognano già se tu…
(Dimmi che resterai).
Ti stanno chiamando,
È un segno della fine? Lo stiamo perdendo?
È un segno di angoscia? Lo stai perdendo?

(Portami dall’oscurità alla luce.
Portami dalla morte all’eternità.)

Con respiri sulla schiena.

Oh quanto, quanto vale la pena aspettare.
È come se tutto fosse troppo veloce, troppo veloce perché tu…
Oh, come esitano, sognano già se tu…
(Dimmi che resterai).
Ti stanno chiamando,
È un segno della fine? Lo stiamo perdendo?
È un segno di angoscia? Lo stai perdendo?

(Portami dall’oscurità alla luce.
Portami dalla morte all’eternità.)

Ci separiamo, qualcosa è stato stuprato.
Solo una proposta.

4. IL MIO CAVALLO DEVE PERDERE (My Horse Must Lose)
(Guarda le nuvole in cielo.
Ho visto il mio destino.
Il mio cavallo deve perdere.
Ansia musicale.
Rispondo direttamente al suono. Il suono è il mio respiro.)

La nostra è una casa che si muove proprio come l’oceano.
Proprio come l’oceano.

Il mio angelo, l’empatia,
Mi protegge sotto le sue ali. Vuole dita sottili
Di casa nostra, la sua piuma, foglia.
Madre è una bocca sul
Mio collo, un uccello rosa
In estasi nella mia pancia
E non voglio cantare, non voglio dire di no.
Non voglio cantare, non voglio dire di no.
Fortuna che oggi mio fratello si stenderà, splendido, tra le gemme.
Non voglio dire di no.
Fortuna che oggi mio fratello si stenderà, splendido, tra le gemme.

Queste parole sono semplicemente
Piccole statue nere tra me e te.
Non voglio cantare, non voglio dire di no.
Non voglio cantare, non voglio dire di no.
Fortuna che oggi mio fratello si stenderà, splendido, tra le gemme.
Non voglio dire di no.
Fortuna che oggi mio fratello si stenderà, splendido, tra le gemme.

5. CHIRIACO SUMMIT (Chiriaco Summit)*
Il sole sta tramontando, una collina lontana.
Versa le bottiglie all’orizzonte.
La torre idrica sanguina per il caldo.
Dipingi il sole, indovina la mia reazione.
Non c’è ritirata, nemmeno nel sonno.
Giorni con una nuova direzione.
Fai quel passo verso la notte,
Oltre ogni cosa che ti ha creato.
Sguardi vuoti, morti.
Rispondi al colpo con l’odio del cuore di un giovane.
Canta dove non avresti mai osato,
Sarà lì che ti aspetterò.
Siamo il tramonto alla fine.

*Chiriaco Summit è un insediamento nella California del Sud. Joe Chiriaco, un imprenditore, acquistò il terreno nel 1925. Nel 1942 le sue terre vennero usate per addestrare soldati statunitensi alle condizioni estreme del deserto del Sahara, creando un piccolo villaggio tutt’oggi gestito dalla sua famiglia.

6. CAVALLI IN CIELO (Horses in the Sky)
Dopotutto, li hanno vestiti.
Ripetendo ogni cosa, per vivere nel suo muro.

Qualcosa per mostrarmi un cambiamento,
Stai indossando la stessa maschera di ieri sera.
Lei sta andando dove non sarebbe mai dovuta andare,
Non sarebbe mai dovuta andare.

(Ci vediamo lì, domani.)

7. STOCKHAUSEN, È IL TUO CERVELLO CHE STO CERCANDO (Stockhausen, es ist Ihr Gehirn, das Ich Suche)
È solo un po’ di meno.
(Ah, scusa, scusa, fammi riprovare.)
È solo come se stessi spingendo troppo forte.
È solo un po’ di meno.
Compensi abbastanza per la tua mancanza di, la tua mancanza…
(Posso riprovare?)
La tua resistenza ci gioca brutti tiri,
Non è una misura di adorazione.
Forse non sono ancora pronto, ogni cosa in me sente.
Forse non sono ancora pronto, siamo qua per augurarti…
(Ah, mi spiace.)

(Puoi giustificare praticamente ogni cosa.)

8. PREGHIERE IN FIAMME (Prayers on Fire)
Krishna, figlio di Vasudeva e Devaki,
Incantante ballerino che suona splendida musica al flauto,
È conosciuto per i suoi scherzi innocenti in cui ruba burro ai Gopi.

9. IL RAGAZZO D’ORO CHE VENNE INGOIATO DAL MARE (The Golden Boy That Was Swallowed by the Sea)
E infinite orde di persone camminano su questa pietra.
Dove andrà il loro ricordo, da dove sono venute le loro menti?
Ed io ero solo un bambino quando ti guardai per la prima volta negli occhi
E vidi il tuo corpo alzarsi sull’oceano.

Vedemmo il ragazzo d’oro sanguinare amore sulla spiaggia come fosse pioggia
Mentre iniettavamo colori nelle nostre vene aperte,
E nel profondo, sott’acqua, il nero e morto silenzio strisciava lontano attraverso l’oceano.

Il ragazzo d’oro viene ingoiato dal mare
E l’amore è a volte violento, e la violenza non ha vincoli.
E riesco a vedere dentro di te, sì, sento i tuoi pensieri,
E con questo coltello d’argento libererò la tua anima.

E la getterò nell’oceano, lungo una linea diritta di nove milioni di miglia,
Verso un luogo simile a questo, verso una barca sull’acqua dove non esistono dimensioni.
Le mie mani colpiscono la tua immagine, ed essa si sposta.
La strappo e la spargo per tutto l’oceano.
Il ragazzo d’oro che venne ingoiato dal mare.

10. QUESTO CALORE (This Heat)
Ogni giorno sembra uguale, e la cosa mi sta innvervosendo.
Ti presento i miei fantasmi, è come se non volessero mai andarsene.
E allora restano.

Ho trovato un bel posto dove far venire a riposare tutte le persone che conosco.
Tutto quello che ho mai voluto era che tutte le persone che conosco venissero a riposare.
Ti presento i miei fantasmi.
Ti presento i miei fantasmi.
Ti presento i miei fantasmi.
Ti presento i miei fantasmi.

Come sta il tuo corpo, quant’è pulita la tua anima?
Perché stai provando a portarti via i miei pensieri prima che spicchino il volo?
Cadi, parliamo Maurice.
Se tutto va bene, perché lo stai aspettando?
Come sta il tuo corpo, quant’è pulita la tua anima?
Perché stai provando a portarti via i miei pensieri prima che parlino?
Cadi, parliamo Maurice.
Se tutto va bene, che cosa stai aspettando?
Ragazzo, dove hai messo l’orgoglio?
Usa il tuo tempo, di sicuro ne hai di più rispetto all’amore e agli obiettivi.
E sia l’amore che gli obiettivi consumano il tuo orgoglio, usa il tuo tempo.
Vita sprecata, senti la musica cambiare i tuoi pensieri.
Dov’è il tuo corpo, dov’è la tua anima?
Vita sprecata, senti la musica cambiare i tuoi pensieri.
Dov’è il tuo corpo, dov’è la tua anima?
Di sicuro ne hai di più rispetto all’amore e agli obiettivi, e sia l’amore che gli obiettivi…
(Dato che provano a mentire, ho detto che è la verità.
I mostri che camminano tra noi.
La x segna i problemi, la x segna i problemi.
Eccomi qua, a provare a scappare.
I mostri camminano, è geniale.
Solo due occhi, e gli credi.
Non provare a mentire, non provare a mentire.
Ho detto che è la verità.
La x segna i problemi.)

Ragazzo, dove hai messo l’orgoglio?
Usa il tuo tempo, di sicuro ne hai di più rispetto all’amore e agli obiettivi.
E sia l’amore che gli obiettivi consumano il tuo orgoglio, usa il tuo tempo.
Vita sprecata, senti la musica cambiare i tuoi pensieri.
Dov’è il tuo corpo, dov’è la tua anima?
Vita sprecata, senti la musica cambiare i tuoi pensieri.

11. UN’ARIA ANCORA (Un’aria ancora)
In questa stanza, le ore dell’amore
Differiscono in sfumature di grigio,
Continuano a proiettare ombre.

Senti la tua mano, estraneo.
Senti la tua mano, estraneo.
Riempi la tua mano, estraneo.

12. ST. BRODARICK È IN ANTARTIDE (St. Brodarick Is in Antarctica)
So che non vuoi cambiamenti,
Ma nulla è più come prima.
Aggrappati alla corda, tirati su
Con un caffé in mano,
Rassicurato dalla tua dipendenza da una sostanza.
Una parata di solitudine.
Aggrappati alla corda, tirati su
E galleggia come formiche nell’acqua di un tubo da giardino.

Questi tre angeli erano avvocati,
Per me era una cosa serissima.
Oh, come cerco tra i ricordi…
Che esperienza è stata!
Il silenzio creava lettere in grassetto,
Come “non”, e “meglio”.
Questi tre diavoli erano scuse,
Questi tre angeli erano monumenti.
Provavo a trovare quella sensazione in quella lettera
Per le mie densità.
Quando le ombre non si piegarono
Fu davvero doloroso da vedere,
E fanno adesso come fecero allora.
Questi tre diavoli erano apostrofi.
E così ho distrutto un monumento.
E allora?

So che non vuoi cambiamenti,
Ma nulla è più come prima.
Aggrappati alla corda, tirati su
Con un caffé in mano,
Rassicurato dalla tua dipendenza da una sostanza.
Una parata di solitudine.
Aggrappati alla corda, tirati su
E galleggia come formiche nell’acqua di un tubo da giardino.

13. L’ERETICO (The Heretic)
Inevitabilmente,
Sta iniziando a sanguinare.
Nessuno avrebbe potuto fermarlo, è questa la giustizia.
Che fortuna incredibile, elevarsi ed essere colpiti,
Che cose curiose.

Un momento di riflessione prima di iniziare a cantare.
Le bellezze, dolcemente allineate.
E non avere paura, non avere paura.
Non avere paura.

Confondi le cose?
(Mio sempliciotto)
Quanto sai essere crudele.
Mi mancano di nuovo
(Mio sempliciotto)
Le tue mani.
Che carneficina ti sei lasciato dietro,
(Mio sempliciotto)
Ed eri morto.
Ricorda la tua carne,
(Mio sempliciotto)
Come ci guardi mentre ci spezziamo.

Le nostre anime sono irrequiete.
Che sorta di orgoglio è questo?
Asciugati, asciugati gli occhi
Se bruciare la carne significa trovare la persona giusta.

Confondi le cose?
(Mio sempliciotto)
Quanto sai essere crudele.
Mi mancano di nuovo
(Mio sempliciotto)
Le tue mani.
Che carneficina ti sei lasciato dietro,
(Mio sempliciotto)
Ed eri morto.
Ricorda la tua carne,
(Mio sempliciotto)
Come ci guardi mentre ci spezziamo.

La carne è eretica.
Il mio corpo è una strega e lo sto bruciando.

(Mio sempliciotto)
Quanto sai essere crudele.
Mi mancano di nuovo
(Mio sempliciotto)
Le tue mani.

14. NON CI PUÒ ESSERE ALCUNA DISCUSSIONE SUL FATTO CHE CI SIANO DEI MOSTRI CHE VIVONO TRA DI NOI (There Can Be No Dispute That Monsters Live Among Us)
Nuova musica, nuovi ascolti. Non un tentativo di capire qualcosa che viene pronunciato. Perché se qualcosa stesse venendo pronunciato, ai suoni verrebbe data forma di parole. Sarebbe solo un’attenzione all’attività del suono. Nuovi mezzi cambiano il metodo, nuovi mezzi cambiano l’esperienza, e nuove esperienze cambiano l’uomo. Cambiamo ogni volta che ascoltiamo suoni. Dopo avere sentito certi suoni non siamo più gli stessi. E questo è uno di quei casi. Quando ascoltiamo suoni organizzati, suoni organizzati da un altro essere umano – musica – il nostro intero sistema di valori, che applichiamo a ciò che riteniamo vero, si basa su suoni visuali. Dobbiamo firmare fogli perché la nostra parola non basta come garanzia. Il risultato di questo è che la facoltà acustica è peggiorata negli esseri umani, in quanto è diventato possibile definire un continuum tra suoni e rumori. Comporre o suonare intuitivamente ha fatto nascere problemi completamente nuovi in quanto non abbiamo alcuna esperienza nel trovare l’equilibrio tra toni e rumori. Tradizione vuole che, nella musica occidentale, i rumori siano dei tabù. E la cosa ha delle ragioni precise. La cosa iniziò con l’introduzione del pentagramma: per la prima volta la musica poteva essere scritta in intervalli precisi. Poi la musica si fece principalmente vocale, e al suo interno le vocali predominavano sulle consonanti. Se ora cantassi una melodia di consonanti, la gente non la riterrebbe musica. La nostra tradizione è priva di musica composta con questi suoni, e per essi non ci sono note. Ecco, vedete quanto è chiuso il nostro concetto di musica? Abbiamo escluso le consonanti, i rumori. E ovvio che ci sono consonanti nella musica vocale, ma ci sono solo per rendere le parole comprensibili. È questa la funzione di una consonante nella nostra lingua quotidiana: chiarificare il senso. Ma in un senso musicale, le consonanti non hanno alcuna funzione se non come accenti. “S”, o “t”, o “p”, o “k”. Risuonano chiare, all’inizio come alla fine. Io rispondo direttamente ai suoni. Il suono è la mia aria. Ogni volta che ho a che fare con dei suoni questi si organizzano da soli, per così dire. Mi rispondono davvero bene. E io a loro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...