Home

JAG134

Ricordo solo la sabbia e il tuo corpo aggrappato al mio. E la pelle era sensibile come mai lo era stata, e rideva del vento e degli sguardi della gente.

1. Blood Bank
2. Beach Baby
3. Babys
4. Woods

1. BANCA DEL SANGUE (Blood Bank)
Ti incontrai alla banca del sangue,
Stavamo guardando le buste
E ci chiedevamo se uno dei loro colori
Corrispondeva ad uno dei nomi che riconoscevamo sulle etichette.

Mi dicesti, “Guarda, quello è il tuo!”
Impilato sopra quello di tuo fratello.
Vedi come si assomigliano tra loro,
Anche nelle loro piccole coperture di plastica?”

E io dissi, “Lo so bene.”

Quel segreto che non sai
Ma che non sai come raccontare.
Ti fotte l’onore,
Si prende gioco dei tuoi pensieri
Ma sai che in fondo ti fa bene
Per tutto il rosso che ti fa scorrere dentro.

Poi iniziò a nevicare
E restammo bloccati nella tua macchina.
Tu mi strofinavi le mani
Mentre masticavi una barretta di cioccolato.

Dicesti, “Non sembra di essere proprio nel presente
A comparire così, dal nulla?”
Mentre una luna declinava verso la sua fase crescente
Iniziammo a baciarci.

E io dissi, “Lo so bene.”

Quel segreto che sappiamo,
Quello che non sappiamo come raccontare.
Amo il tuo onore,
Amo le tue guance.
Cos’è quel rumore in cima alle scale, baby?
Sono scricchiolii da mattina di natale?

E lo so bene.
Lo so bene.
Lo so bene.
Lo so bene.

2. AMORE DA SPIAGGIA (Beach Baby)
Quando uscirai, dì al fortunato che ti avrà
Di sapere che un giorno te ne andrai.
Non chiudere la porta quando scapperai,
Non vorrei sentire il suono di chiavi.

Tieni duro solo finché il tuo caffè sarà caldo
Ma non fare in fretta, non correre.
Una volta, sulla spiaggia, misi una lingua nel tuo orecchio
E tu stringesti forte i talloni con cui ti aggrappavi al mio corpo.

3. BAMBINI (Babys)
L’estate arriva
Per moltiplicare,
Per moltiplicare.

E io…
Sono il carnevale della pace.
Probabilmente formerò una flotta
Senza giustificazioni.

E il carnevale delle scene
Diventa sempre più attraente,
Ma io e la mia donna,
La mia donna ed io sappiamo qual è il nostro scopo.

L’estate arriva
Per moltiplicare,
Per moltiplicare.

4. BOSCHI (Woods)
Sono in mezzo ai boschi, mi sento triste.
Sto costruendo una quiete per rallentare il tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...