Home

4929523

Moglie mia, sono stato cieco. Sono stato ottuso, egoista. Il mio amore non è servito a niente, si è sporcato di avidità, e tu sei volata via. Torna, ti prego.

1. The Crane Wife 3
2. The Island
3. Yankee Bayonet (I Will Be Home Then)
4. O Valencia!
5. The Perfect Crime #2
6. When the War Came
7. Shankhill Butchers
8. Summersong
9. The Crane Wife 1 & 2
10. Sons & Daughters

1. LA MOGLIE GRU 3 (The Crane Wife 3)
E, indomita sotto i ramoscelli,
Vestita con un velo di neve,
Non aveva mai indurito un cuore così tanto.
Tutta indomita sotto i ramoscelli.

Ogni piuma cadde dalla pelle
Finchè, consunta, non si trovò sottile.
Come hanno fatto i miei occhi ad esser così ciechi?
Ogni piuma cadde dalla pelle.

E terrò bassa la testa,
Terrò bassa la testa.
E terrò bassa la testa,
Terrò bassa la testa.

Un cielo grigio, un’amara puntura.
Una nuvola di pioggia, una gru in volo
Stagliate contro l’orizzonte.
Un cielo grigio, un’amara puntura.

E terrò bassa la testa,
Terrò bassa la testa.
E terrò bassa la testa,
Terrò bassa la testa.

2. L’ISOLA (The Island)
I. Vieni a vedere (Come and See)

C’è un’isola nascosta nel suono.
Correnti sciabordanti fanno spiaggiare la tua nave,
Riponi il tuo barbiglio e la tua baionetta.
I chiurli incidono i loro arabeschi
E il dolore riempie il silenzio che ti circonda.
Vieni a vedere.

C’è un porto perduto in mezzo alle giuncaglie,
Un pontile intrappolato, sovrastato dagli alberi.
Tra le ossa di cormorano
Non ci sono impronte, nè di stivale nè digitali.
I fiumi scorrono verso un mare silenzioso.
Vieni a vedere.

Le maree vanno e vengono senza che nessuno le veda,
I salici seguono il soffio del vento
E sappiamo per certo che, illuminati da questa fioca luce,
Non torneremo mai a casa.
Vieni a vedere.

Nei bassopiani, accoccolata nella brughiera,
Una culla di rosa selvatica fa addormentare il suo bambino.
Il suo contenuto è sorvegliato in parallasse da Sycorax e Patagon,
Un rimbombo predetto risuona dal profondo.
Vieni a vedere.

Le maree vanno e vengono senza che nessuno le veda,
I salici seguono il soffio del vento
E sappiamo per certo che, illuminati da questa fioca luce,
Non torneremo mai a casa.
Vieni a vedere.

II. La figlia del padrone (The Landlord’s Daughter)
Mentre stavo vagando
Lungo le rive
Spiavo, come uno zibellino,
La figlia del padrone.

Sfoderai la mia pistola
E poi la mia sciabola.
Dissi: “Non fischiare
O verrai uccisa!”

Lei imprecò, tremò,
Chiese pietà.
“Il mio oro e il mio argento
Per la libertà!”

“Non accetto oro, signorina,
Non accetto argento,
Ma mi prenderò quelle dolci labbra
E me le darai!”
Oh, amore, amore.

III. Non ti sembrerà di stare annegando (You’ll Not Feel the Drowning)
Vestirò le tue palpebre
Poggiando monete sui tuoi occhi.
Ti distenderò vicino all’acqua
E la tua verde tomba crescerà.

Va a dormire, bruttina,
Va a dormire, stupidina.
Sonnecchia nel campanile,
Non ti sembrerà di stare annegando.
Non ti sembrerà di stare annegando.

Dimentica di aver avuto innamorati,
Tutti ti hanno dimenticata.
Non pensare ai tuoi genitori,
Anche loro ti hanno dimenticata.

Va a dormire, bruttina,
Va a dormire, stupidina.
Sonnecchia nel campanile,
Non ti sembrerà di stare annegando.
Non ti sembrerà di stare annegando.

Ascolta il capitano
Emettere il suo grido di dolore.
Il peso sulle tue palpebre
Sono le monete poggiate sui tuoi occhi.

3. BAIONETTA YANKEE (ALLORA SARO’ A CASA) (Yankee Bayonet (I Will Be Home Then))
Un tronco d’albero con un cuore inciso,
Una baionetta yankee, un amore rimasto a casa.
Là, lontano dalle colline della Carolina impaludate dal mare,
Là riposa il mio vero amore.
Cercami quando l’usignolo color della luce del sole
Canta in alto, sul ramoscello di betulla.
Ma sei sottoterra, i lupi e gli insetti
Masticano le tue ossa ormai asciutte.

Ma quando il sole sorgerà
E vedrà che a Battle Creek non si sparano più proiettili,
Allora mi scaverai una tomba,
Perchè allora sarò a casa.
Allora sarò a casa.

Quand’ero una ragazza le colline di Oconee
Erano come un orlo cucito attorno a me.
Là, alla fiera, quando i nostri occhi spensierati si incontrarono
Il mio cuore venne punto da uno spillo.
Oh, hai visto tutti i morti a Manassas,
Tutte le pance, le ossa, la bile?
No, restai qua con le coperte sopra la testa,
E la mia pancia era gonfia di un bambino.

Ma quando il sole sorgerà
E vedrà che a Battle Creek non si sparano più proiettili,
Allora mi scaverai una tomba,
Perchè allora sarò a casa.
Allora sarò a casa.

Radici, ossa e muri di pietra
Mi hanno tenuta lontana da te.
Questa matassa e questa pelle sono troppo poco
Per tenermi lontano da te.

Ma oh, amore mio, anche se i nostri corpi sono divisi,
Anche se le nostre pelli non si possono toccare,
Cercami insieme all’usignolo color della luce del sole
E arriverò assieme al respiro del vento.

4. O VALENCIA! (O Valencia!)
Fai parte della gang
E dici di non poter scappare via,
Ma io sono qua, con la mano sul cuore,
E le nostre famiglie non riescono a mettersi d’accordo,
Sono il nemico giurato di tuo fratello
Ma urlo il mio amore alle stelle.

Aspetta che la pietra colpisca la tua finestra.
Aspetteremo alla macchina e partiremo.

Quando ci guardammo negli occhi la prima volta
Giurai che non avrei accettato alcun compromesso
Finché la mia carezza non si trovò sulla tua pelle.
Ma presto venimmo traditi,
Tua sorella ci pugnalò alle spalle
E tuo padre diventò pazzo.

Aspetta che la pietra colpisca la tua finestra.
Aspetteremo alla macchina e partiremo.

Ma o, Valencia!
Il tuo sangue è ancora caldo sulle strade.
Valencia!
Lo giuro sulle stelle, darò fuoco a questa città!

Sentii solo un urlo, tuo fratello mi stava chiamando
E tu corresti stupidamente al mio fianco.
Il colpo colpì duramente
E la tua ossatura si afflosciò tra le mie braccia,
Le tue ultime parole furono un giuramento d’amore.

Aspetta che la pietra colpisca la tua finestra.
Aspetteremo alla macchina e partiremo.

Ma o, Valencia!
Il tuo sangue è ancora caldo sulle strade.
Valencia!
Darò fuoco a questa città!
Valencia!
Il tuo sangue si sta raffreddando sulle strade.
Valencia!
Lo giuro sulle stelle, darò fuoco a questa città!

5. IL CRIMINE PERFETTO #2 (The Perfect Crime #2)
Canta, musa della passione della pistola.
Canta, musa dell’avvertimento di fischietto.
Una notte così buia al calar del sole,
Un’alba oscurata da un piovente cielo d’ardesia.

Venticinque svaligiatori lungo il bacino,
Una sentinella adolescente sulla torre.
La figlia del magnate legata a terra,
Il dito del magnate che indica la persona sbagliata.

Era un crimine perfetto.

Le dita del corriere tremano come terremotate,
Lo sguardo indugia un attimo durante lo scambio.
Un uomo ben vestito dietro a un reticolo,
Un colpo risuona dal piano di sopra.

Era un crimine perfetto.

Quando facemmo saltare il plastico sulla cassaforte
Era come una parata di nastro di telescrivente.
I nostri sguardi rimbalzavano tra occhi ed occhi
Mentre ci davamo un addio silenzioso.

La valle dorme bastarda,
Puzza di torpore e disastro.
Due parole vengono intercettate,
Il piano dell’agente ha trovato un infallibile ritorno di fiamma.

Era un crimine perfetto.

6. QUANDO VENNE LA GUERRA (When the War Came)
Con tutto il grano di Babilonia
Da coltivare, per renderci forti.
Qua, nascoste dietro le mura,
Ci sono spalle larghe e legname.

Finché non venne la guerra.
Finché non venne la guerra.

Una terribile autonomia
Si è innestata su di noi.
Abbiamo dato la nostra fiducia al governo
E loro hanno raccontato le loro menzogne come se fossero emissari di Dio.

Finché non venne la guerra.
Finché non venne la guerra.

E la guerra venne con una maledizione e un miagolio.
E la guerra venne con tutta la compostezza di una palla di cannone.
E ci stanno cavando gli occhi con le braci e le candele.
Quando venne la guerra, venne in tutta la sua potenza.

Giurammo fedeltà a Vavilov.
Non avremmo mai tradito il solanum,
Gli acri di asteracee,
Finché non saremmo stati colpiti dalle fitte dell’inedia.

Finché non venne la guerra.
Finché non venne la guerra.

E la guerra venne con una maledizione e un miagolio.
E la guerra venne con tutta la compostezza di una palla di cannone.
E ci stanno cavando gli occhi con le braci e le candele.
Quando venne la guerra, venne in tutta la sua potenza.

Con tutto il grano di Babilonia.

7. I MACELLAI DI SHANKHILL (Shankhill Butchers)
Stanotte i macellai di Shankhill sono carichi,
Faresti meglio a chiudere bene le tue finestre.
Stanno affilando le loro mannaie e i loro coltelli,
Si stanno bevendo whisky a pinte.

Perché tutti sanno che se non ascolti le parole di tua madre
Un vento malvagio soffierà via i fiocchi dai tuoi riccioli.
Tutti frignano, tutti tremano,
I macellai di Shankhill vogliono prenderti da sveglio.

Una volta erano come me e te,
Erano ragazzini gentili.
Ma qualcosa è andato terribilmente storto,
E ora uccidere è l’unica cosa che gli dà gioia.

Perché tutti sanno che se non ascolti le parole di tua madre
Un vento malvagio soffierà via i fiocchi dai tuoi riccioli.
Tutti frignano, tutti tremano,
I macellai di Shankhill vogliono prenderti da sveglio.

I macellai di Shankhill si stanno preparando,
Stanno aspettando la notte più buia.
Si stanno pungendo le dita coi loro coltelli
E si stanno pulendo le mannaie sulle cosce.

Perché tutti sanno che se non ascolti le parole di tua madre
Un vento malvagio soffierà via i fiocchi dai tuoi riccioli.
Tutti frignano, tutti tremano,
I macellai di Shankhill vogliono prenderti,
I macellai di Shankhill vogliono tagliarti,
I macellai di Shankhill vogliono prenderti da sveglio.

8. LA CANZONE DELL’ESTATE (Summersong)
Vagando e vagando, da dove iniziare?
Sento il sapore dell’estate sulla tua pelle pepata.
Sono stato salvato, più le onde erano calde
Più ci sentivo scivolare in una tomba d’acqua.

Mia ragazza, lino e boccoli,
Labbra che si aprono come si spiega una bandiera.
È superba, la sua mano piegata
Scava profonda nel suo spazzare la sabbia.

E l’estate arriva
Con una lunghezza di luci,
E l’estate soffia via
Per poi venire silenziosamente ingoiata da un’onda.
Viene ingoiata da un’onda.

Intercetta il chiasso del giorno,
Navi che galleggiano nell’azzurro della baia.
Sul fondo del mare, lontano, là sotto,
Tutti i marinai morti scivolano lenti nel sonno.

Mia ragazza, lino e boccoli,
Labbra che si aprono come si spiega una bandiera.
È superba, la sua mano piegata
Scava profonda nel suo spazzare la sabbia.

E l’estate arriva
Con una lunghezza di luci,
E l’estate soffia via
Per poi venire silenziosamente ingoiata da un’onda.
Viene ingoiata da un’onda.

9. LA MOGLIE GRU 1 & 2 (The Crane Wife 1 & 2)
(Parte 1)
Era una notte fredda, la neve copriva ogni cosa.
Mi strinsi nel mio cappotto per contrastare la sua caduta.
E il sole era tramontato, era tramontato del tutto.
E il sole era tramontato, era tramontato del tutto.

Sono un uomo povero, non ho né ricchezza né fama.
Ho le mie due mani e una casa di proprietà.
E l’inverno è così, l’inverno è così lungo.
E l’inverno è così, l’inverno è così lungo.

E tutte le stelle si scontrarono
Quando il mio sguardo cadde su quello che avevo trovato.

Era una gru bianca, era una creatura indifesa.
Una freccia nella sua ala le aveva creato una macchia rossa addosso.
E chiamava e piangeva, e chiamava e piangeva così forte.
E chiamava e piangeva, e chiamava e piangeva così forte.

E tutte le stelle si scontrarono
Quando il mio sguardo cadde su quello che avevo trovato.
La gru che divenne mia moglie, la gru che divenne mia moglie.
La gru che divenne mia moglie, la gru che divenne mia moglie.

A quel punto la aiutai e curai le sue ferite.
La tenevo tra le braccia sotto il sorgere della luna.
E lei si mise in piedi, pronta a spiccare il volo.
Si mise in piedi, pronta a spiccare il volo.

E tutte le stelle si scontrarono
Quando il mio sguardo cadde su quello che avevo trovato.

La gru che divenne mia moglie, la gru che divenne mia moglie.
La gru che divenne mia moglie, la gru che divenne mia moglie.

(Parte 2)
La gru mia moglie arrivò alla mia porta alla luce della luna.
Illuminato dalle stelle e incapace di dire anche solo una parola, la feci entrare.

Ci sposammo e le campane suonarono dolci per il nostro matrimonio.
Le nostre lenzuola erano già pronte quando vi ci appoggiammo sopra.

Suonate la campana tagliente, vedete che è dipinta di rosso?
Le piume nella trama, soffici come una fontanella.
E tutto quello che volevo fare era tenerti con me,
Mia moglie-gru, mia moglie-gru, mia moglie-gru.

Vivevamo malamente, i nostri destini svanivano di ora in ora.
E lei mi dichiarò che poteva far tornare le cose come prima.

Ma io fui avaro, fui vano, e la obbligai a tessere
Su un telaio freddo, in una stanza chiusa, a testa bassa.

Suonate la campana tagliente, vedete che è dipinta di rosso?
Le piume nella trama, soffici come una fontanella.
E tutto quello che volevo fare era tenerti con me,
Mia moglie-gru, mia moglie-gru, mia moglie-gru.

C’è una piega nel vento e mi rastrella il cuore.
C’è del sangue sul filo e mi rastrella il cuore.
Mi rastrella il cuore.

10. FIGLI E FIGLIE (Sons & Daughters)
Quando arriveremo, figli e figlie,
Costruiremo le nostre case sull’acqua.
Costruiremo le nostre mura con alluminio,
Riempiremo le nostre bocche di cannella.

Queste correnti ci trascinano oltre il confine,
Preparate le vostre barche, con le braccia e le spalle,
Finché le maree non tireranno i nostri scafi a terra
Trasformando in casa questo freddo porto.

All’armi, figli e figlie,
Usciremo dai bunker
Sulla terra, sul mare, sui dirigibili
E renderemo le nostre tracce irrintracciabili.

Quando arriveremo, figli e figlie,
Costruiremo le nostre case sull’acqua.
Costruiremo le nostre mura con alluminio,
Riempiremo le nostre bocche di cannella.

Ascoltate il suono delle bombe svanire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...