Home

172729_1_f

Non sono molto bello, non lo sono mai stato. Quand’ero piccolo, tutti mi scherzavano. Poi però ho imparato a suonare l’organo, ho messo su famiglia. E poi ho perso tutto.

1. The Ugly Organist
2. Some Red Handed Sleight of Hand
3. Art is Hard
4. The Recluse
5. Herald! Frankenstein
6. Butcher the Song
7. Driftwood: A Fairy Tale
8. A Gentleman Caller
9. Harold Weathervein
10. Bloody Murderer
11. Sierra
12. Staying Alive

1. L’ORRIDO ORGANISTA (The Ugly Organist)

-Strumentale-

2. UN COLPEVOLE GIOCO DI MANO (Some Red Handed Sleight of Hand)
E ora siamo orgogliosi di presentare
Canzoni perverse e canzoni lamentose,
Un paio di inni di confessione
E canzoni che riconoscono le nostre malate ossessioni.
Cantate con me, sto suonando di nuovo l’organo orrido.
Cantate con me, sto suonando l’organo orrido, cominciamo.

Non serve a nulla tenere segreti,
Tutto ciò che nascondo finisce dentro ai miei testi.
Allora continuate a leggere e se, arrivati alla fine,
Troverete che vi abbia fatto un torto, allora accusatemi.

O Padre che sei nei cieli,
Salvami dal naufragio che mi sta per fare annegare.
Non mi è servito a nulla
Contare i miei peccati sulle perline del rosario?
Il reverendo suona l’organo brutto,
Vomita il suo dolce salato sermone sui fedeli.

E allora perché penso di essere diverso?
Ho fatto soldi con la mia indifferenza.
Ci passiamo tutti il cappello,
Questo è il mio corpo, questo è il sangue che mi sono trovato
Sulle mani dopo aver scritto questo album.
Fatelo passare per stigmata a chi ascolta questa musica,
Per un colpevole gioco di mano.

3. L’ARTE È DIFFICILE (Art Is Hard)
Dacci un taglio,
Il male che ti infliggi
Sta diventando troppo di routine,
Il pubblico si sta abituando
Alla canzone scritta per darsi contro.
Eccoci ancora qua:
L’arte di fingere debolezza.
Innamorati del fallimento
Per mandare alle stelle le vendite dei tuoi CD.
E quel CD vende.
Sì, che hit.
Devi ripeterla,
Devi andare in fondo per poter nuotare.

All’inizio non, non ottieni successo:
Devi ricreare il tuo dolore,
Sappiamo tutti che l’arte è difficile,
I giovani artisti devono fare la fame.
Prova, fallisci e prova ancora,
È il conforto della ripetizione.
Continua a sfornare quelle hit
Finché non è tutta la solita merda.

Oh, un secondo verso!
Dipingetemi affaticato.
Mi nascondo tra le foglie,
Nel libretto del CD.
Sono stanco di intrattenere,
Una sorta di duplice significato,
Un’analogia servita fresca,
Quelle ubriache, arrabbiate parole mangiate
In trentuno sapori.

Devi andare in fondo per poter nuotare,
Devi immergerti nel rifiuto
E rigurgitare una sorta di triste storia
Su un ragazzo che vende le sue storie d’amore.
Devi fingere, fingere, fingere dolore.
Faresti meglio, meglio, meglio a far sì che punga.
Buona, buona, buona fortuna
Per quando salirai sul palco e urleranno il tuo nome!
“Oh, i Cursive sono così fighi!”

Devi andare in fondo per poter nuotare,
Impersonare persone migliori,
Perché sappiamo tutti che l’arte è più difficile
Se non sappiamo chi siamo.

4. IL RECLUSO (The Recluse)
Mi sveglio, solo, nella stanza di una donna che conosco a malapena.
Mi sveglio, solo, e faccio finta di essere finalmente a casa.
La stanza è piena di suoi libri e quaderni di appunti,
Immagino che cosa ci sia scritto dentro, cose come “Vattene mosca, non disturbarmi.”

E riesco a malapena ad uscire dal suo letto,
Spaventato dall’idea di non poter più stendermici sopra.
Oh Cristo, non sono così tanto disperato.
Oh no, oddio, lo sono.

Come sono finito qua? Non lo so.
Perché inizio cosa che non riesco a concludere?
Oh, per favore, risparmiatemi la vostra raffica di domande
E tutte quelle brutte risposte.
Il mio ego è come il mio stomaco,
Continua a cagare quello che gli dò da mangiare.

Ma forse non voglio più finire nulla,
Forse posso restare a letto ed aspettare che torni a casa
E mi sussurri: “Ora sei nella mia rete,
Adesso ti avvolgerò stretto finché non arriverà il momento di morderti.”

Mi sveglio, solo, nella stanza di una donna che conosco a malapena.
Mi sveglio, solo, e faccio finta di essere finalmente a casa.

“Ora sei nella mia rete.”

5. ANNUNCIO! FRANKENSTEIN (Herald! Frankenstein)
Adesso non posso fermare il mostro che ho creato.

6. MASSACRA LA CANZONE (Butcher the Song)
C’è un momento ed un luogo,
E questo non è né il momento né il luogo.
Qual è il mio posto
Nel puzzle di questa relazione?
Perché dovrei recitare la parte dell’innamorato di te?
Continuo ad essere trattato male,
Che stupida fortuna, che stupida fortuna.

E allora sbattimelo in faccia assieme a tutti i tuoi stupidi testi,
Sì, ecco il momento e il luogo
Per spremere fuori tutte le tue stronzate,
Con ogni album che scrivo mi caghi addosso un po’ di più.

Chi è l’ultima troia che si è fatto Tim?
Adesso, non è giusto.
No, è osceno.
Smetterò di parlare per te
Se tu smetterai di parlare per me.

Scrivo canzoni per intrattenere,
Ma questa gente vuole,
Vuole solo dolore.
Vuole solo sentir parlare dei miei peccati più gravi,
Le canzoni dell’organo orrido.

E ciò che viene fuori è un orribile casino,
Canzoni che non riesco a dimenticare, come quello che è stato detto,
E questa colpa che non riesco a togliermi di dosso
Continua a risuonarmi nelle orecchie.
Sono tornato ad afferrare il coltello da macellaio,
Sono anni che urlo
Ma non sono arrivato da nessuna parte.
Devo solo tirare fuori il coltello da macellaio.
Tirerai fuori il coltello da macellaio?
Tira fuori il coltello da macellaio.

Quell’organo sta suonando la mia canzone,
Ma è da troppo tempo che va avanti.
Che bel giorno per amputare queste orride estremità!
“Che bel giorno” dice il macellaio alzando la mano.

7. LEGNO TRASPORTATO DALLA CORRENTE: UNA FIABA (Driftwood: A Fairy Tale)
Così restava imbronciato, beveva, si deprimeva,
Incrociava le braccia e sperava di morire.
Poi, una notte, venne una fatina
A portare in vita quel povero ragazzo.

Tirò un paio di fili, lo fece girare un po’,
Quel ragazzo si alzò in piedi e iniziò a gridare:
“Le mie braccia, le mie gambe, il mio cuore la mia faccia! Sono vivi!”
E lei urlava: “Bugiardo! Bugiardo!
Che cosa ho fatto? Non sei capace di amare e io di combattere.”

La storia continua.

Così le comprava cose e
Le baciava i capelli per dimostrarle di essere sincero.
E lei accettava quei regali e quei baci
Anche se in realtà lo stava solo prendendo in giro.

Lei sapeva di quei ragazzi di legno,
Per riempire un vuoto ci vuole un amore vuoro.
Pinocchio, ragazzo, come si è allungato il tuo naso!
E Lui urlava: “Bugiarda! Bugiarda! Te lo dimostrerò.”
Ma si allungò lo stesso, si era stancato di lei.

Così era vero, se ne andò dall’appartamento
E camminò tutta la notte
Finché non venne fermato dalla costa dell’oceano,
Ma continuò a camminare lo stesso tra onde e balene,
Urlava: “Bugiarda! Bugiarda!”
Il suo corpo di legno se ne andava con la corrente,
Se ne andò con la corrente.

E adesso mi chiedo come sono stato costruito,
Mi chiedo come sono stato costruito.
Le mie braccia, le mie gambe, il mio cuore, la mia faccia.
Sono solo legno trasportato dalla corrente.

8. UN RAGAZZO CHE CHIAMA SEMPRE (A Gentleman Caller)
Il tuo ragazzo che ti chiama sempre
Si è messo a chiamare un’altra
E ama il suo frutto proibito.

E sbava sul suo mento,
Urla, “Baby, sono uscito a bere con qualche amico,
Che ne dici di un bacetto?”

Cattivo!
Mettigli il muso sopra.
Che casino.
E fa finta di niente.

“Non sto cercando una persona che mi ami,
Tutti quelli che amano mentono,
E io non ti mentieri mai.

Dici di voler pareggiare le cose?
Sì, vuoi farla al tuo uomo cattivo?
Bé, sei dell’umore?”

Ragazza cattiva!
Ti senti bene
A fare così?
E a continuare a peggiorare?

Ma il mattino dopo,
Nella sobria alba della domenica,
Non sei sicura di ciò che hai fatto.

Chi ti ha detto che l’amore era passeggero?
A volte gli uomini possono portarti fuori strada
Per prendersi da te quello di cui hanno bisogno.

Qualsiasi cosa ti serva per farti sentire
Come se fossi tu ad essere al volante.
L’alba è appena dietro quella collina,
Il peggio è passato.

Qualsiasi cosa ti abbia detto per farti pensare
Che l’amore è la religione dei deboli.
Stamattina amiamo come smidollati,
Il peggio è passato.

Il peggio è passato.

9. HAROLD WEATHERVEIN (Harold Weathervein)1
Harold
Cammina lungo
Una strada qualsiasi
Di questa città
Sia banditore
Che testimone.
Il sole cala,
Le nuvole si spostano.
Le sue gambe si contraggono,
I rintocchi degli orologi
Nei bar,
Nelle farmacie
E nei negozi tutto-a-un-dollaro.
Siede, da solo,
In stanze da bar
Ad eruttare.

Il clima è come nella sua testa.
Il clima è come nella sua testa.
Il clima è come nella sua testa.
Avanti e indietro, è come il clima.
Avanti e indietro, è come il clima.
Avanti e indietro, è come il clima.
Quando piove, diluvia.

Metereologo,
Senti,
Senti
La tempesta
Nelle tue vene?

1 Gioco di parole: ‘Weathervein’ (unione di ‘Weather’, clima, e ‘Vein’, vena) si pronuncia come ‘Weathervane’ (‘Segnavento’).

10. EFFERATO OMICIDA (Bloody Murderer)
Ho un fantasma nel letto
Che piange nel sonno,
Dice che non la lascerò andare
E io resto steso, immobile.
Lei si sforza per non piangere,
Non voglio disturbarla.

“Lasciami andare, lasciami andare, ti prego, lasciami stare bene.
Ti rendi conto che mi hai resa un fantasma?”

Il buio fece cadere la sua vestaglia stellata.
Io sussurrai
“Cara,
Sei qua con me?”

Lo specchio si ruppe contro l’armadio
E lei iniziò ad urlare
“Efferato omicida!
Lasciami riposare in pace!”

“Quand’ero tua, sei scappato dalla scena del crimine.
Ora non puoi lavarmi via dalle tue mani.”

Un omicidio efferato.
Un omicidio efferato.
Efferato omicida,
Non senti le urla.
Un omicidio efferato.

11. SIERRA (Sierra)
Nel deserto, dove le città sono fatte d’oro,
C’è una bambina dalle trecce chiuse da fiocchi rosa che fa il gioco della campana.
Sua mamma la chiama dal balcone di un condominio:
“Forza piccola, il tuo bagno è pronto! È quasi ora di andare a letto!”
E mi chiedo chi sia suo padre.
E mi chiedo come la chiamino – oh, Sierra.

Sua madre fuma o va a correre ogni mattina?
Beve quando mi pensa?
O non ha bisogno di bere?
Ha un uomo che lavora dalle nove alle cinque?
Uno che torna a casa per baciare la nostra piccola Sierra,
Per rimboccarle le coperte e dirle buonanotte?
E un bacio in più per la mamma?
Voglio quel bacio, quella bambina, quell’appartamento.

Adesso sono pronto a sistemarmi.
Fai uscire quell’uomo dal mio letto,
Voglio indietro mia figlia.
Voglio baciarla,
Rimboccarle le coperte e dirle, “Buonanotte
Mia piccola Sierra.”

Sierra,
Non ti conoscerò mai e non me lo merito.
Sierra,
Piccola mia, saremmo stati così – oh, non importa.

Ma adesso sono pronto a sistemarmi,
Sì, sono pronto a lasciarmi dietro quella palla da demolizioni.
E potrei essere il tuo muratore,
E tu la mia scintillante stella polare nel cielo del deserto.

12. RESTERÒ IN VITA (Staying Alive)
Ho deciso che stasera
Resterò in vita,
Calcerò e urlerò.
Vivo, resterò in vita,
Il mio sangue scorre bollente.

Ci sono cose
Troppo buie
Per essere capite.
Dormici sopra
Ancora una notte.
Ancora una notte,
Mio triste, vecchio amico.

Vivo,
Resterò in vita.
Vivo,
Resterò in vita.
Calcerò e urlerò.
Il mio sangue scorre bollente.
Resterò in vita.

Il peggio è passato.

One thought on “Traduzione: Cursive – The Ugly Organ

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...