Home

6175asttedl-_ss500_2

L’Illinois (/iliˈnɔi/]) è uno degli Stati Uniti d’America. Terra di Lincoln, Stato delle Praterie, dei Grandi Laghi! Chicago, il jazz, il blues! Ecco, tutto questo Sufjan ce lo vuole raccontare.

1. Concerning the UFO Sighting Near Highland, Illinois
2. The Black Hawk War, or, How to Demolish an Entire Civilization and Still Feel Good About Yourself in the Morning, or, We Apologize for the Inconvenience but You’re Going to Have to Leave Now, or, ‘I Have Fought the Big Knives and Will Continue to Fight Them Until They Are Off Our Lands!’
3. Come On! Feel the Illinoise!
4. John Wayne Gacy, Jr
5. Jacksonville
6. A Short Reprise for Mary Todd, Who Went Insane, but for Very Good Reasons
7. Decatur, or, Round of Applause for Your Stepmother!
8. One Last ‘Whoo-Hoo!’ for the Pullman
9. Chicago
10. Casimir Pulaski Day
11. To the Workers of the Rock River Valley Region, I Have an Idea Concerning Your Predicament
12. The Man of Metropolis Steals Our Hearts
13. Prairie Fire That Wanders About
14. A Conjunction of Drones Simulating the Way in Which Sufjan Stevens Has an Existential Crisis in the Great Godfrey Maze
15. The Predatory Wasp of the Palisades Is Out to Get Us!
16. They Are Night Zombies!! They Are Neighbors!! They Have Come Back from the Dead!! Ahhhh!
17. Let’s Hear That String Part Again, Because I Don’t Think They Heard It All the Way Out in Bushnell
18. In This Temple as in the Hearts of Man for Whom He Saved the Earth
19. The Seer’s Tower
20. The Tallest Man, the Broadest Shoulders
21. Riffs and Variations on a Single Note for Jelly Roll, Earl Hines, Louis Armstrong, Baby Dodds, and the King of Swing, to Name a Few
22. Out of Egypt, into the Great Laugh of Mankind, and I Shake the Dirt from My Sandals as I Run

1. RIGUARDO ALL’AVVISTAMENTO DI UFO VICINO A HIGHLAND, ILLINOIS (Concerning the UFO Sighting Near Highland, Illinois)
Quando il revenant scese dal cielo
Non riuscivamo ad immaginare cosa fosse.
La cosa aliena che prese la sua forma
Nello spirito di tre stelle.

Poi fino a Lebanon, oh, Dio!
Le luci di notte, le sirene che continuano a crescere.
Oh, la storia parlava di sé stessa,
Della misteriosa ombra che prese la sua forma.
Cos’altro poteva essere!
L’incarnazione, tre stelle
Che ci davano segni facendoli cadere,
Come polvere, dai loro occhi.

2. LA BLACK HAWK WAR, O, COME DEMOLIRE UN’INTERA CIVILIZZAZIONE E SENTIRTI ANCORA BENE IL MATTINO SUCCESSIVO, O, CI SCUSIAMO PER L’INCONVENIENTE MA DOVETE ANDARVENE SUBITO, O “HO COMBATTUTO I GRANDI COLTELLI E CONTINUERÒ A COMBATTERLI FINCHÈ NON SE NE SARANNO ANDATI DALLE NOSTRE TERRE!” (The Black Hawk War, or, How to Demolish an Entire Civilization and Still Feel Good About Yourself in the Morning, or, We Apologize for the Inconvenience But YoÙre Going to Have to Leave Now, or, “I Have Fought the Big Knives and Will Continue to Fight Them Until They Are Off Our Lands!”)

-Strumentale-

3. FORZA! SENTI L’ILLINOISE! (Come On! Feel the Illinoise!*)
(Parte I: La World’s Columbian Exposition)

Oh, grandi intenzioni,
Voglio fare il migliore degli interventi,
Ma quando arriva la pubblicità
Ci penso su due volte.

Nella mia inflizione,
Condizioni intraprendenti,
Portateci alla gloria,
Ci penso su due volte.

Le conversazioni non possono forse cullare le Nazioni Unite?
Se hai pazienza, se celebri gli antenati.
La creazione non può forse chiamarla celebrazione,
O Nazione Unita? Mettetevelo in testa.

Oh, grande Città Bianca,
Ho il comitato adeguato.
Dove sono finite le tue mura?
Ci penso su due volte.

Chicago, alla moda,
Le bibite, l’espansione,
Oh, Columbia!
Da Parigi, un incentivo,
Inventato come la crema di grano,
La ruota panoramica!

Oh, grandi intenzioni
D’accordo con l’imitazione,
Non avete coscienza?
Ci penso su due volte.

Oh, Dio del Progresso,
Ci hai degradati, ti sei dimenticato di noi?
Dove sono finite le tue leggi?
Ci penso su due volte.

Un antico geroglifico, o il sud del Pacifico,
Tipicamente fantastico, impegnato e prolifico.
Devozione classica, la promozione di un architetto
Che manca di emozione, pensateci due volte.

Chicago, la New Age,
Ma che cosa direbbe Frank Lloyd Wright?
Oh, Columbia!
Questi piaceri ottimisti,
Come la ruota panoramica,
Sono divertimento o tesoro?

Le conversazioni non possono forse cullare le Nazioni Unite?
Se hai pazienza, se celebri gli antenati.

Columbia!

(Parte II: Carl Sandburg mi visita in un sogno)
Ho pianto fino ad addormentarmi ieri notte,
E il fantasma di Carl
Si è avvicinato alla mia finestra.
Ero ipnotizzato,
Mi ha chiesto di improvvisare,
Con attitudine, il rimpianto
Di mille secoli di morte.

Anche con il cuore terrorizzato e insieme all’indossatore superstizioso,
Sto andando avanti da solo, sto scrivendo da solo.
Anche nella mia condizione migliore, contando ogni superstizione,
Sto andando avanti da solo, sto correndo da solo.

E abbiamo riso delle beatitudini di mille righe di testo,
Ci hanno chiesto dei nostri atteggiamenti,
Ed essi ci hanno ricordato la morte.

Anche se gli altri sono in ritardo, se tutto è antiquato,
Stai scrivendo quello che provi nel cuore? Stai scrivendo quello che provi nel cuore?
Perfino nel suo cuore il Diavolo deve sapere quant’è alta l’acqua,
Stai scrivendo quello che provi nel cuore? Stai scrivendo quello che provi nel cuore?

E ho pianto fino ad addormentarmi ieri notte,
Perché la Terra e i materiali mi sembrano proprio perfetti.

Anche se gli altri sono in ritardo, anche se tutto è antiquato,
Stai scrivendo quello che provi nel cuore? Stai scrivendo quello che provi nel cuore?
Perfino nel suo cuore il Diavolo deve sapere quant’è alta l’acqua,
Stai scrivendo quello che provi nel cuore? Stai scrivendo quello che provi nel cuore?

*Gioco di parole tra “Illinois” e “Noise” (= “rumore”).

4. JOHN WAYNE GACY, JR. (John Wayne Gacy, Jr.)
Suo padre era un bevitore
E sua madre piangeva a letto.
Stava piegando le magliette di John Wayne
Quando l’altalena gli colpì la testa.
I vicini lo adoravano
Per il suo humour e per come conversava.
Cerca là, sotto la casa,
E trova le poche cose rimaste in vita
Marcire veloci, nel loro sonno di morte.
Ventisette persone, anche più,
Erano ragazzi, con le loro macchine, i loro lavori estivi,
Oh mio Dio.

Sei forse uno di loro?

Per loro si vestiva come un clown,
Con il viso dipinto di bianco e rosso.
E, comportandosi al suo meglio,
In una stanza oscura, li baciava tutti sul letto.
Avrebbe ucciso diecimila persone
Con un gesto della mano,
Correndo lontano, correndo veloce verso i morti.
Gli toglieva tutti i vestiti,
Metteva un panno sulle loro labbra,
Mani silenziose, un bacio silenzioso
Sulla bocca.

E quando mi comporto al mio meglio
Sono proprio come lui.
Cerca sotto le assi del pavimento
I segreti che ho nascosto.

5. JACKSONVILLE (Jacksonville)
Non ho paura dell’uomo nero che fugge,
Ha ragione, ha una vita migliore di fronte a sé.
E non m’importa quello che ha detto il Capitano,
La avvolgo proprio attorno alla mia fronte.
Ho perso la vista e lo stato si arrende,
Seguo il mio cuore e finisco a Jackson.

Oh, Keller, oh, oh, oh, oh.
Ci ha dato una medaglia, ci ha dato una mappa.
Oh, Canner Row, oh, oh, oh, oh.
Se guardare è la cosa giusta da fare, allora guarda dove ti trovi.

Non ho paura di andare a Nichols Park,
Vado sul treno e ci vado dopo il tramonto.
E non ho paura di capirlo,
Mi giro e ci riprovo.
E ho detto cose che volevo dire,
Le sedie dell’orchestra e la Dewey Day Parade.
Esco e mi trovo nell’Età dell’Oro,
Lo spirito è giusto e lo spirito non cambia.

Oh, Keller, oh, oh, oh, oh.
Ci ha dato una medaglia, ci ha dato una mappa.
Oh, Canner Row, oh, oh, oh, oh.
Se guardare è la cosa giusta da fare, allora guarda dove ti trovi.

Andrew Jackson! Tutto quello che ti chiediamo
È di mostrarci la ruota e di darci il vino.
Alza la bandiera, Martello Jackson!
Tutti vanno al Campidoglio.
Predicatore di colore, che piacere vederti!
Lo spirito è qua, e lo spirito sta bene.
Educazione! Chiedilo alla nazione!
Ci hai dato la vista e ci sentiamo bene.
Andrew Jackson! Tutto quello che ti chiediamo
È di darci la ruota e di darci il vino.

6. UNA BREVE RIPRESA PER MARY TODD, CHE IMPAZZÌ, MA PER BUONI MOTIVI (A Short Reprise for Mary Todd, Who Went Insane, But for Very Good Reasons)

-Strumentale-

7. DECATUR, O, APPLAUSI PER LA TUA MATRIGNA! (Decatur, or, Round of Applause for Your Stepmother!)
Facevamo di tutto per odiare la nostra matrigna,
Lei ci portò fino a Decatur.
Guardammo il leone e il canguro portarsela via
Fino al fiume, dove catturarono un alligatore selvatico.

Il Sangamon River esondò,
Causò una frana sulle rive dell’operatore.
Scheletri della guerra civile nelle loro tombe
Si rialzarono applaudendo lo spirito dell’aviatore.

Il suono dei motori e l’odore di cereali,
Andiamo sul treno di cereali dell’abolizione.
Stephen A. Douglas fu un grande dibattitore
Ma Abraham Lincoln fu il grande emancipatore.

Macchina-Pollo con la tua coda di gallo,
Ho avuto la mia dose e so quanto male si sta.
Resta sveglia e sta attenta ai dati,
Non ci sono piccoli bruchi, vai a congratularti con lei.

Denominatore, vai Decatur! Vai Decatur!
È il grande “Io Sono”.
Abominala, vai Decatur! Perché l’abbiamo odiata?
È il grande “Io Sono”.

Denominatore, vai Decatur! Anticipala,
È il grande “Io Sono”.
Apprezzala, apprezzala,
Alzati e ringraziala.

Alzati e ringraziala,
È il grande “Io Sono”.
Alzati e ringraziala,
È il grande “Io Sono”.
Alzati e ringraziala,
È il grande “Io Sono”.
Alzati e ringraziala,
È il grande “Io Sono”.

8. UN ULTIMO ‘WHOO-HOO!’ PER IL PULLMAN (One Last ‘Whoo-Hoo!’ for the Pullman)

-Strumentale-

9. CHICAGO (Chicago)
Mi sono innamorato di nuovo,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.
Ho guidato fino a Chicago,
Tutte le cose sanno, tutte le cose sanno.
Abbiamo venduto i nostri vestiti allo stato,
Non mi importa, non mi importa.
Ho fatto molti errori
Nella mia mente, nella mia mente.

Sei venuto a prenderci,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.
Per ricrearci.
Tutte le cose crescono, tutte le cose crescono.
Avevamo la nostra decisione,
Tutte le cose sanno, tutte le cose sanno.
E tu dovevi trovarla,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.

Ho guidato fino a New York
In un van, con un mio amico.
Abbiamo dormito in parcheggi,
Non mi importa, non mi importa.
Ero innamorato di quel posto
Nella mia mente, nella mia mente.
Ho fatto molti errori
Nella mia mente, nella mia mente.

Sei venuto a prenderci,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.
Per ricrearci.
Tutte le cose crescono, tutte le cose crescono.
Avevamo la nostra decisione,
Tutte le cose sanno, tutte le cose sanno.
E tu dovevi trovarla,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.

Se ho pianto
In quel furgone, con il mio amico,
È stato per la libertà,
Mia e della mia terra.
Ho fatto molti errori.
Ho fatto molti errori.
Ho fatto molti errori.
Ho fatto molti errori.

Sei venuto a prenderci,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.
Per ricrearci.
Tutte le cose crescono, tutte le cose crescono.
Avevamo la nostra decisione,
Tutte le cose sanno, tutte le cose sanno.
E tu dovevi trovarla,
Tutte le cose se ne vanno, tutte le cose se ne vanno.

10. CASIMIR PULASKI DAY (Casimir Pulaski Day)
Una mimosa e la pietra del 4-H,
Le cose che ti ho portato
Quando ho scoperto che avevi un cancro alle ossa.

Tuo padre piangeva al telefono
E si schiantò con la macchina contro l’arsenale della marina
Solo per dimostrarti che gli dispiaceva.

Al mattino, attraverso le tende della finestra,
Quando la luce premeva sulla tua scapola
Riuscivo a vedere che cosa stavi leggendo.

Tutta la gloria che il Signore ci ha dato
E tutte le complicazioni che avresti volentieri evitato
Quando ti baciai sulla bocca.

Martedì sera, al catechismo,
Alziamo le braccia e preghiamo sul tuo corpo
Ma non succede mai nulla.

Mi ricordo, a casa di Michael,
In salotto, quando mi baciasti sul collo
E quasi toccai la tua camicetta.

Al mattino, in cima alle scale,
Quando tuo padre scoprì quello che avevamo fatto quella notte
E mi dicesti che avevi paura.

Tutta la gloria quando scappasti fuori
Con la camicia nei pantaloni e le scarpe slacciate
Dicendomi di non seguirti.

Domenica sera, mentre pulivo la casa,
Ho trovato il foglietto dove me l’avevi scritto,
Insieme alla foto di tua madre.

Sul pavimento, alla Grande Divisione,
Con la camicia nei pantaloni e le scarpe slacciate,
Sto piangendo in bagno.

Al mattino, quando finalmente te ne vai
E l’infermiera entra nella stanza con la testa bassa
E il passero si schianta contro la finestra.

Al mattino, all’ombra d’inverno,
Il primo marzo, quel giorno di vacanza,
Mi è sembrato di vederti respirare.

Tutta la gloria che il Signore ci ha dato
E le complicazioni quando vedo la Sua faccia
Al mattino, nella finestra.

Tutta la gloria quando prese il nostro posto,
Ma ha preso le mie spalle e mi ha preso a schiaffi
E tutto quello che si porta via, si porta via, si porta via…

11. AI LAVORATORI DELLA ROCK RIVER VALLEY REGION, HO UN’IDEA A PROPOSITO DELLA VOSTRA SITUAZIONE (To the Workers of the Rock River Valley Region, I Have an Idea Concerning Your Predicament)

– Strumentale-

12. L’UOMO DI METROPOLIS RUBA I NOSTRI CUORI (The Man of Metropolis Steals Our Hearts)
I guai colpiscono la mia casa,
Un uomo preoccupato, una pietra preoccupata.
Rovescio una montagna di bugie,
Volto una carta per la mia vita.
Uomo d’Acciaio, Uomo di Cuore,
Addomesticaci, dovessimo iniziare
Ad organizzare qualcosa di più,
Qualcosa a metà.

Solo un uomo d’acciaio può venire al salvataggio,
Se sta scappando dall’oro più di quanto dovrebbe.
Celebriamo il nostro senso comune,
Abbiamo molto da dare l’uno all’altro.

Ho preso un bus per il lago,
Ho visto la faccia del monumento.
Onde gialle, occhi d’oro,
Bianchi e rossi, rossi e saggi.
Alzate la bandiera, sulla casa d’estate,
Capelli con la riga in mezzo, in parte sconosciuti.
Se sapessi quello che sto leggendo
Ne parlerei solo a metà.

Solo un vero uomo può essere un amante,
Se ha mani per dare a tutti una mano.
Celebriamo il nostro senso comune,
Abbiamo molto da dare l’uno all’altro.

Ho fatto le valigie, Illinois,
Ho sognato il lago che si portava via il mio ragazzo.
Uomo d’Acciaio, Uomo di Cuore,
Presta ascolto a quello che ho da dire.
Ci sono cose che hai detto,
Che fanno alzare la barca, risuscitare i morti.
Se ci portassi via
Potremmo ancora dire:

Solo un uomo d’acciaio può essere un amante
Se ha mani per tremare.
Celebriamo il nostro senso comune,
Abbiamo molto da dare l’uno all’altro.

13. FUOCO DI PRATERIA VAGANTE (Prairie Fire That Wanders Aboout)
Peoria! Distruggila!
Infinito! Divinità!

Per Lydia! Octavia!
Ed il generalista!
I Cubs! Urrà!

L’Opera
Dove Emma cantò!
America! Oh, ci sarà anche a Peoria?

E Babbo Natale!
La grande parata!
Peoria!
Ce l’hai fatta!

Corri fedelmente
Tra il fuoco incrociato,
Midwest,
Uno contro uno.
Peoria!
Pesiamo i momenti felici.

14, UNA CONGIUNZIONE DI DRONI CHE SIMULA IL MODO IN CUI SUFJAN STEVENS HA UNA CRISI ESISTENZIALE NEL GREAT GODFREY MAZE (A Conjunction of Drones Simulating the Way in Which Sufjan Stevens Has an Existential Crisis in the Great Godfrey Maze)

-Strumentale-

15. LA VESPA PREDATRICE DELLE PALISADES È VENUTA A PRENDERCI! (The Predatory Wasp of the Palisades Is Out to Get Us!)
Pensando stravagantemente scrivo in corsivo,
Mi nascondo nel letto, una lampada sul pavimento.
Ho addosso tre strati di vestiti e scaldamuscoli,
Riesco a vedere il mio respiro sul fronte della porta.

Oh, non riesco a dormire,
Oh, sono avvolto nelle coperte.
Lì, sul muro della camera da letto,
Vedo una vespa con le ali spiegate.

A nord di Savanna nuotiamo tra le Palisades,
Esco indossando il cappello rosso di mio fratello.
Lì, sulla spalla, il mio migliore amico viene morso sette volte,
Corre a lavarsi il viso tenendolo tra le mani.

Oh, come volevo prenderlo in giro,
Oh, quanto non volevo fargli male.
Toccandogli la schiena con una mano, lo bacio
E vedo la vespa posarsi sul mio braccio.

Oh, grandi vedute di questo stato! Hallelu-
Bellezze splendenti, e fiumi, laghi! Halleulu-
Il sentiero delle lacrime e Horseshoe Lake! Hallelu-
Avere fede in ciò che va al di là dell’errore! Hallelu-

Ci volevamo bene. Ci volevamo bene.
Palisades! Palisades!
Posso aspettare. Posso aspettare.

Agnello di Dio, suoniamo il corno.
Hallelujah!
Il tuo spirito nacque per noi.
Hallelu-

Non riesco a spiegare come mi sento,
Quello che il mio cuore prova, era il mio migliore amico.
Nella macchina, dal sedile posteriore,
Oh, quanto lo ammiravo mentre si addormentava.
Tutti i miei poteri, giorno dopo giorno,
Posso assicurarvelo, eravamo spavaldi e barcollavamo.
Dentro la torre, là sotto le praterie,
Posso assicurarvelo, la storia diventa vecchia.
Una puntura terribile e una tempesta terribile,
Posso assicurarvelo, il giorno in cui nascemmo.
Il mio amico se n’è andato, è scappato,
Posso assicurarvelo, gli voglio bene ogni giorno.
Anche se abbiamo litigato, lottato e ci siamo arrabbiati,
Posso assicurarvelo, gli voglio bene ogni giorno.
Una puntura terribile e una tempesta terribile,
Posso assicurarvelo.

16. SONO ZOMBIE NOTTURNI!! SONO I NOSTRI VICINI!! SONO TORNATI IN VITA!! AHHHH!! (They Are Night Zombies!! They Are Neighbors!! They Have Come Back from the Dead!! Ahhhh!)
I-L-L-I-N-O-I-S!
Suona la campana e chiamaci o scrivici.
I-L-L-I-N-O-I-S!
Puoi chiamare il capitano Clitus?
Logan, Grant e Ronald Reagan
Nella tomba con un insetto xilofago,
Conosci la comunità dei fantasmi?
Suona il corno, rivolgiti alla città.

(Chi la salverà? Chi le dedicherà qualcosa?
Chi la loderà? Chi la commemorerà per te?)

Veniamo risvegliati con l’ascia,
Finalmente è giunta la notte dei morti viventi.
Hanno iniziato a ripulirsi dalla polvere,
A togliersi la terra dalle spalle.
Lo so, so che le nazioni vanno e vengono.
Lo so, so che alla fine tutte arrugginiscono.
Tremano al nervoso pensiero
Di essere state, alla fine, dimenticate.

I-L-L-I-N-O-I-S!
Suona la campana e chiamaci o scrivici.
I-L-L-I-N-O-I-S!
Puoi chiamare il capitano Clitus?
B-U-D-A! Caledonia!
S-E-C-O-R! Magnolia!
B-I-R-D-S! E Kankakee!
Evansville e Parker City.

Dicendo i loro nomi, sventolano la bandiera.
Risvegliano la terra, si alza e rallenta.
Vediamo mille stanze in cui riposarci,
Ci aiutano a sentire il morso della morte.
Lo so, so che il mio tempo è finito,
Non sono più così giovane, non vado più tanto veloce.
Tremo al nervoso pensiero
Di essere stato, alla fine, dimenticato.

I-L-L-I-N-O-I-S!
Suona la campana e chiamaci o scrivici.
I-L-L-I-N-O-I-S!
Puoi chiamare il capitano Clitus?
Comer e Pelapatate!
G-R-E-E-N Ridge! Reeders
M-C-V-E-Y! E Horace!
E-N-O-S! Iniziamo il ritornello!

Mais, fattorie e tombe a Lemmon,
Sailor Springs e tutto ciò che c’è di femminile.
Centerville e la vecchia Metropolis,
Shawneetown, ci rivendi e ci rovesci.
I-L-L-I-N-O-I-S!
Non parlare e non dividerci.
I-L-L-I-N-O-I-S!
Terra di Dio, sei la nostra guida.

17. ASCOLTIAMO ANCORA UNA VOLTA QUELLA PARTE DI ARCHI, PENSO CHE A BUSHNELL NON L’ABBIANO SENTITA (Let’s Hear That String Part Again, Because I Don’t Think They Heard It All the Way Out in Bushnell)

-Strumentale-

18. IN QUESTO TEMPIO COME NEI CUORI DEGLI UOMINI PER I QUALI EGLI SALVÒ LA TERRA (In This Temple as in the Hearts of Man for Whom He Saved the Earth)

-Strumentale-

19. LA TORRE DEL PROFETA (The Seer’s Tower)
Dalla torre che svetta sopra la terra
C’è una vista che raggiunge l’orizzonte,
Là vediamo l’universo,
Vedo il fuoco, vedo la fine.

Sette miglia sopra la terra
C’è Emmanuele delle madri,
Con la sua spada, la sua tunica,
Viene a dividere l’uomo dai suoi fratelli.

Nella terra che svetta sopra la terra, l’abbiamo costruita per Emmanuele.
Nei poteri della terra, aspettiamo finché non si strappa e si strappa.
Nella terra che svetta sopra la terra, l’abbiamo costruita per Emmanuele.
Oh, madre mia, ci ha tradito, ma mio padre ci amava e ci purificava.

E ancora vado verso la tomba più profonda,
Dove vado a dormire, da solo.

20. L’UOMO PIÙ ALTO, LE SPALLE PIÙ LARGHE (The Tallest Man, The Broadest Shoulders)
(Parte I: La Grande Frontiera)

Conto i giorni, la Grande Frontiera,
Perdonando, affrontavo il settimo anno.
Sto in soggezione di fronte alla gratitudine,
Posso chiedere il perdono e lo faccio.

E quando, e quando chiamo,
Il Paziente, il Paziente cade.
Lo spirito, il falegname
Ci invita a stare insieme a lei.

Cosa siamo diventati, America?
Soldati sulla Grande Frontiera!
Falegname e soldato, uno contro l’altro,
È la battaglia, volontario!

Scappa da te stesso, dai tuoi amici, da te-
Scappa per salvarti, per i tuoi amici, per te-
Americano, mericano, meri-
Oh Illinois, Illinois, Illi-

La prateria, la frontiera, la perfetta fattoria, tutti vengono da qua.
La fortezza, il falso, la pietra angolare, il panettiere.
Il ballerino, il pescatore, l’audizione e l’artigiano.
Il pugile, il ricevitore, la gomma da masticare, l’acchiappasogni.

Conto i giorni, la Grande Frontiera,
Perdonando, affrontavo il settimo anno.
Resisto e lotto per tirare avanti,
Cinque spiriti sotto il Grande Tendone.

E quando, e quando chiamo,
Il Paziente, il Paziente cade.
Lo spirito, il falegname
Ci invita a stare insieme a lei.

C’era un uomo appoggiato al muro,
Era grato per tutti noi.
Vidi la saggia donna cantare,
Non stava chiedendo nulla.
Non stava chiedendo nulla,
Oh, come faceva cantare le nazioni!

Cosa siamo diventati, America?
Soldati sulla Grande Frontiera!

Scappa da te stesso, dai tuoi amici, da te-
Scappa per salvarti, per i tuoi amici, per te-
Americano, mericano, meri-
Oh Illinois, Illinois, Illi-

Il materasso, le prostitute, l’attrice al cinema.
La lanterna, la lozione, il vento che risveglia l’oceano.
L’edizione base, l’interpretazione dell’architetto.
La moda, le febbri, il nostro appartamento comprato da Sears.

(Parte II: Vieni da me solo con Giocattoli)
Oh, grande fuoco di grande disastro!
Oh, grande paradiso, oh, grande padrone.
Oh, grande capra, la maledizione che ci scagliasti contro!
Oh, grande Spirito, proteggici e salvaci!
Oh, grande fiume, verde di invidia!
Oh, Jane Addams, che lo spirito ti protegga!
Oh, grande tromba e grandi i cantanti!
(Dato quello che avete perso, state meglio adesso?)
Oh, grande Goodman, re dello swing!
(Dato quello che avevate, vi ha fatto arrabbiare?)
Oh, grandi Bears e Bulls, Joe Jackson!
(Celebriamo i pochi, celebriamo i nuovi.)
Oh, grande Illinois!
(Può avere inizio solo con te.)

21. RIFF E VARIAZIONI SU UNA SOLA NOTA PER JERRY ROLL, EARL HINES, LOUIS ARMSTRONG, BABY DODDS, E IL RE DELLO SWING, PER DIRNE QUALCUNO (Riffs and Variations on a Single Note for Jelly Roll, Earl Hines, Louis Armstrong, Baby Dodds, and the King of Swing, to Name a Few)

-Strumentale-

22. FUORI DALL’EGITTO, VERSO LA GRANDE RISATA DELL’UMANITÁ, E SCUOTO VIA LA SABBIA DAI MIEI SANDALI MENTRE CORRO (Out of Egypt, into the Great Laugh of Mankind, and I Shake the Dirt from My Sandals as I Run)

-Strumentale-

2 thoughts on “Traduzione: Sufjan Stevens – Illinois

  1. Fckin awesome things here. I am very glad to see your article. Thanks a lot and i’m looking forward to contact you. Will you please drop me a mail? fddagecggeda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...