Home

protest-the-hero-fortress

È arrivato Gengis Khan e ha stuprato le nostre donne. Poi sono venuti giù alieni a rapirci. Poi la furia divina si è abbattuta su di noi. Morale: stiamo inguaiati.

1. Bloodmeat
2. The Dissentience
3. Bone Marrow
4. Sequoia Throne
5. Palms Read
6. Limb From Limb
7. Spoils
8. Wretch
9. Goddess Bound
10. Goddess Gagged

1. CARNE INSANGUINATA (Bloodmeat)
I nemici del Khanato appesi a ganci come maiali al macello,
Cadranno teste.
Cadranno teste, gole verranno tagliate
E sangue scorrerà, come un flusso d’acqua.
Cadranno teste.

Verso il Fiume Rosso, attraverso l’ocra steppa.

Mille padri uccisi,
Mille figlie vergini stuprate, con spade ancora bagnate,
Con spade ancora bagnate del sangue dei loro morti.
È arrivato, egli uccide in silenzio, dopo le preghiere.

Genghis Khan è arrivato, egli uccide i suoi traditori.

Così gli stolti di Dio faranno ancora la guardia alla nostra città natale,
Poseranno il loro orecchio sul terreno.
Ascoltate il suono,
Il clamore e i cavalli balbettano al suono del loro galoppo sul terreno.

Domani, domani ci troveranno.
Nascondete i bambini privi di peccato,
Incontreremo le loro lame domattina,
Protetti solo dalle vostre pelli.
Domani li troveremo,
Cercheremo i più giovani tra loro
E li sconfiggeremo con la nostra furia,
E li schiacceremo tutti come parassiti, li uccideremo,
E li schiacceremo tutti come parassiti.

2. LA DISSIDENZA (The Dissentience)
Lungo la strada, dopo qualche via,
In un luogo familiare persone normali
Si trovano d’accordo tramite segnali di fumo.
(Lungo la strada, dopo qualche via,
In un luogo familiare persone normali
Si trovano d’accordo.)

(A turno)
Interpreta la legge come invecchiamento, la sua vista scema,
La legge sta invecchiando (oh sì, sta invecchiando).
Seduti uno di fronte all’altro a raccontarsi storie,
Occhi spalancati come libri che abbiamo letto due volte.
(Allora siediti dall’altro lato del tavolo, dammi qualche bugia da mangiare.)

Così sulle mensole allineate alle spine dorsali
La polvere si raccoglie come cenere sparsa
Da un’urna mai toccata,
Versata sopra a qualche persona normale
E ad altre persone simili.
Urla per un fantasma e vantati
Dell’amico di un amico
Che ha avuto una strana visione
O ha sentito uno strano suono
E ora sussurra racconti di omicidio.

Lungo la strada, dopo qualche via,
In un luogo familiare persone normali
Si trovano d’accordo tramite segnali di fumo,
Portati insieme per bruciare, portati insieme per bruciare.

(A turno)
Interpreta la legge come invecchiamento, la sua vista scema.
Interpreta la legge come invecchiamento, la sua vista scema.

La bambina di qualcuno
Sogna le cose che ha letto.

La bambina di qualcuno
Sogna le cose che ha letto
O i mostri nel suo letto
Che l’hanno resa carne insanguinata.
La bambina di qualcuno
Sogna le cose che ha letto
O i mostri nel suo letto
Che l’hanno resa carne insanguinata.

3. MIDOLLO OSSEO (Bone Marrow)
Così si inginocchiò di fronte alle rovine,
Freddo di sudore e caldo di fiamma,
Per offrire a Dio le teste tagliate di coloro che avevano portato il villaggio,
Il villaggio alla vergogna.
Coloro che saccheggiarono e rubarono vite
Avrebbero finalmente dichiarato le loro colpe.

Li avrebbe trovati tutti con grande vendetta, ripagata dal loro dolore.
Shah-jan, il re dei re, indossava sette anelli
E sessanta piume strappate da ali di passero.

Ingrassava sul trono sul quale stava seduto come una pietra,
Come un uomo che non ha mai conosciuto fame né mostrato alcuna pietà
E si spezzò, promettendo, come un osso, un osso.

E restava lì, seduto, come un pietra,
Promettendo si spezzò come un osso.

Disperso tra le sue genti, Rostam chiama i suoi eguali,
Assetati di vittoria e maledizione,
Esige la vendetta più terribile sui nemici, impiccarli ad alberi.
Esige la vendetta più terribile sui…

La famiglia reale deve morire come semplici mendicanti e insignificanti ladri.
“Domani ci troveranno. Oh Dio, oh Dio, oh Dio.”

Così si inginocchiò di fronte alle rovine,
Freddo di sudore e caldo di fiamma,
Per offrire a Dio le teste tagliate di coloro che avevano portato il villaggio alla vergogna.

Il re dei re indossava sette anelli
E sessanta piume strappate da ali di passero.
Ingrassa, ingrassa sul trono
Sul quale stava seduto come una pietra,
Un uomo che non ha mai conosciuto fame né mostrato alcuna pietà

Coloro che cavalcheranno contro di noi verranno uccisi all’istante.

Che le nostre frecce piovano dal cielo per prosciugare il loro sangue e darlo al terreno.
Se un mortale si parerà di fronte a noi lo abbatteremo con un gesto della mano,
E se il paradiso cavalcherà contro di noi, allora anche Dio stesso sia dannato.

4. TRONO DI SEQUOIA (Sequoia Throne)
Sei venuto qua ad uccidere o a morire?
Pensavi veramente che navicelle spaziali sarebbero scese dal cielo?

Piegando la luce e sfrecciando attraverso lo spazio-tempo
Per guardarci, spaventati, nel riflesso dei loro occhi neri come petrolio,
O per inseguirci come predatori,
Come implicano i nostri film.

Non sono loro a volerci uccidere,
A riempirci di terrore.
Non sono loro che ci odiano,
E non sono loro a mutilare i nostri animali,
O a viaggiare attraverso le stelle.
Non sono loro a farci male,
Siamo noi, siamo noi, siamo noi!

Siamo una natura morta a sangue freddo, e non temiamo nulla.
Siamo una natura morta a sangue freddo, e non temiamo nulla.

Decisi ad ottenere il paradiso.
Decisi ad ottenere il paradiso.
Decisi ad ottenere il paradiso.
Decisi ad ottenere il paradiso.

Mentre i nostri uomini virtuosi riempiono cadaveri con merda e fede.

Siamo, siamo, siamo natura morta.
Siamo, siamo, siamo natura morta.
Siamo, siamo, siamo natura morta.
Non sono loro a farci male, siamo noi, siamo noi.
Siete venuti qua a uccidere o a morire?
Siamo natura morta e sangue freddo,
Siamo natura morta e sangue freddo
E non proviamo, non proviamo emozioni.

Riempiendo cadaveri con merda e fede,
Parlando di un futuro al di là della luna
Che porti la fine di un altro pianeta,
La scoperta di una vita pacifica.
Se le mie preghiere non verranno ascoltate
La nostra fine giungerà presto.

5. PALMI LETTI (Palms Read)
Come sempre l’evoluzione striscia fuori dal mare,
Viva di urgenza, come un suicidio, come un suicidio,
Convinta che l’erba cresca più verde su terra asciutta.

La marcia di serrata dichiarazione, come un lieve colpo di tosse,
Mormorio ovattato che cammina furtivo attraverso l’aula magna,
Lo strisciare attraverso l’isola, il suono delle onde,
Acqua incarnata germogliante gambe, rumorosa di galoppo.

Tutti i giovani che non saltarono nel buio nel letto di un fiume
Che annega tanto quanto risparmia.
Ammanettati al terreno, contro le grida della gravità.

A pancia in su, mezzo seppellito nella sabbia,
Allunga una mano verso la piccolezza della morte.
Capisci che la morte è solo questa colossale
Creazione che cambia muta per trovare un equilibrio perfetto, come nei fossili.

Tutti i giovani che saltarono, ma non nel buio…
Tutti i giovani codardi che recitavano…
Tutti i giovani codardi che recitavano per i coraggiosi vennero scagliati per sempre
Nelle acque delle loro tombe indifferenti.

Alza il tuo bicchiere per un milione di anni,
Non ti diremo mai da dove siamo venuti.
Alza il tuo bicchiere in un brindisi per un milione di anni,
Non ti diremo mai da dove siamo venuti, solo come siamo…

Alza il tuo bicchiere per un milione di anni,
Non ti diremo mai da dove siamo venuti.
Alza il tuo bicchiere in un brindisi per un milione di anni,
…solo come siamo arrivati.

6. ARTO DOPO ARTO (LIMB FROM LIMB)
Spacca il cielo in due,
Nobile cacciatrice del clan.
Alza la spada con la mano sinistra,
Getta la lancia con la destra.
Trova tutti i ladri e i bastardi nascosti nella boscaglia.

Spacca i loro teschi e gettali in calderoni per aver oltrepassato la nostra frontiera.
Calano le ombre, cade il martello, la pietra cala su tutti noi.

Forgiamo le nostre armi nella fornace,
Fluttuiamo nell’aria, alti come querce.

Non supplicarmi, non ascolterò le tue richieste.
Usa le tue ultime parole per dimostrare di essere grato di morire per acciaio irlandese.
Non strisciare di fronte a noi, il tuo destino ti è stato rivelato.
I cieli non dissacreranno le loro porte facendoti entrare.

Non supplicarmi, non ascolterò le tue richieste.
Usa le tue ultime parole per dimostrare di essere grato di morire per acciaio irlandese.
Non supplicarmi, il tuo destino ti è stato rivelato.
Non strisciarmi di fronte, non ascolterò le tue richieste.

Figlio di carne, ti condanno all’esilio, in eterno, d’ora in poi.
Flidais cavalca di nuovo.
Flidais cavalca di nuovo.

Lei è la foresta, lei è la pioggia
Lei è la cacciatrice, lei è la preda.
Lei è l’oscurità, lei è l’alba.
Lei è la terra, lei è il sole.

Guardala gridare,
Guardala, guardala.
Guardala gridare di rabbia,
Guardala alzare il fauno infante.
Il suo carro è trainato da cervi.
È qua, se n’è andata.
È qua, se n’è andata.
Se n’è andata.

7. BOTTINO (Spoils)
Dotati dell’arte di dare nomi ai suoi esseri,
Gli umani proclamarono il loro dominio su ogni cazzo di cosa vivente.

Orgogliosi come il loro proposito, iniziarono a popolare la terra
Accusando le comuni creature.
Intrappolati nel corpo maledetto, il conscio cervello umano.
Intrappolati nel corpo maledetto, il conscio cervello umano.

Ogni parola mai scritta non riuscirà a comunicare il suo significato,
Anche se cantata, pronunciata o urlata.
Tutte tradiranno il proprio significato.

Tradiranno il proprio significato.
Tradiranno il proprio significato.

Il linguaggio è il lamento del cuore,
Un debole tentativo di evitare la solitudine
Inerente alla ricerca di permanenza.

Tutti i futuri fantasmi che incidono i loro nomi nel cemento bagnato
Togliendo significato al significato e gridando al vuoto.
Togliendo significato al significato e gridando al vuoto.
Le astrazioni sono ciò che divide anima e animus.1

Scarnifica la parola come flagello del destino umano.
Osserva la parola negli altri, la vita è chiarezza.

1 Anima e animus sono concetti della psicologia di Carl Jung.

8. DISGRAZIATO (Wretch)
Mastica grasso con il suo creatore
A colazione, sotto la luce del sole.
Anche se quando prega, quando prega per ringraziare
Si sente avvolto come da un’ombra.
Ma ci sono sere,
Ci sono sere in cui questo decimato mondo di movimento, forma e colore
Diventa evanescente, sempre più evanescente,
Quando le luci sono fioche, e diventano sempre più fioche.
Quando le notti sono tetre e diventano, diventano sempre più tetre.

Insegna ad un uomo a strapparle la testa dalle sue cazzo di spalle
Mentre loro barattano i loro macigni e martirizzano i loro soldati,

Tenuta al sole per i fili che sono i suoi capelli.
Impartiscono un odio segreto dai loro padri ai loro eredi.

Soppresso e inascoltato, il semplice fatto resta implicito.
In un silenzio ininterrotto, imbavagliata e legata ad un letto
Insieme a cultura, lingua, mito e legge,
La nostra Dea diede vita diede vita al vostro Dio.

Iimbavagliata e legata ad un letto insieme a cultura, lingua, mito e legge,
Da un ventre ferito in cui la carne è cruda e sfregiata,
La nostra Dea diede vita al vostro Dio.
La nostra Dea diede vita al vostro Dio.
La nostra Dea diede vita al vostro Dio.
La nostra Dea diede vita al vostro Dio.
Dannazione!

Cultura, lingua, mito e legge.
(La nostra Dea! Diede vita!)
Cultura, lingua, mito e legge.
(La nostra Dea! Diede vita al vostro Dio!)

9. DEA LEGATA (Goddess Bound)
Prendi tutto ciò che i tuoi genitori ti hanno insegnato e gettalo ai cani.
È carne, rimasuglio di qualcosa di morto. Il suo sangue ti cola dalle fauci.

Prendi tutto ciò che la tua scuola ti ha insegnato e gettalo ai cani.
È carne che secca al calore d’estate e puzza di marcio.

Ci comunica il destino che ci aspetta: essere dimenticati.
Come le montagne vivono al di là delle rocce
E il tempo stesso al di là degli orologi.

Speriamo che questa vita esista al di là delle nostre tristi ossa nella bara.
Dal profondo del mio cuore, con tutta la mia voce,
Con la coda dell’occhio e la punta della lingua.

Prendi tutto ciò che i tuoi genitori ti hanno insegnato e gettalo ai cani.
È carne, rimasuglio di qualcosa di morto.
Prendi tutto ciò che la tua cazzo di scuola ti ha insegnato e gettalo ai cani.
È carne che secca al calore d’estate e puzza di marcio.

È ovunque, è ovunque, è ogni cosa, è tutti noi.
È ovunque, è ovunque, è qualsiasi cosa, non è nessuno.

È il vicino che si salva la faccia
Pregando oggi per il suo comportamento di ieri.
È il vicino che si salva la faccia
Pregando oggi per il suo comportamento di ieri.

Vivi per scopare e scopa fino alla morte,
Bevi in onore del dolore e del rimpianto.
Vivi per scopare e scopa fino alla morte,
Bevi in onore del dolore e del rimpianto.

10. DEA IMBAVAGLIATA (Goddess Gagged)
Il suono che devono aver sentito da lontano:
Un deserto di suono e movimento che si ripete
Lungo i crepacci dei versanti, le urla di creature
Che si schiantano sulla fredda roccia, voci umane annuncianti il pendio.

I loro muggiti risuonano maturi di risonanza,
Da qua l’irrilevante richiamo riceve la risposta più importante.
Oh, Dea che ci partorì, che cosa dobbiamo aver fatto
Per aver seppellito le tue figlie e aver pregato per un figlio?

Il vento e la pioggia parlavano un linguaggio fantastico
Ad una specie che si innalzava a dialogare col tuono,
Nel vuoto spazio tra il meglio ed il peggio
Il linguaggio si spiega e l’ironia fa male.

Nel luogo comune tra fame e sete,
Le parole che ci definiscono sono una benedizione e una maledizione.
Le parole che confinano le idee traversarono l’orecchio
Per ascoltare la canzone senza verso, il suono del suono del suono,
Producilo per primo per poi esplodere in un dolce nulla improvviso.

Il silenzio dentro di te quando la musica si è fermata.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...