Home

alternative_4

Se fai doom/death metal mica è detto che lo farai per sempre. Un giorno ti tagli i capelli, prendi un’acustica in mano, ti ascolti i Portishead – ed eccoti qua.

1. Shroud of False
2. Fragile Dreams
3. Empty
4. Lost Control
5. Re-Connect
6. Inner Silence
7. Alternative 4
8. Regret
9. Feel
10. Destiny

1. VELO DI FALSITÀ (SHROUD OF FALSE)
Siamo solo un momento nel tempo,
Il battito di una palpebra,
Il sogno di un cieco,
Visioni di un cervello morente.
Spero che tu non capisca.

2. SOGNI FRAGILI (FRAGILE DREAMS)
Mi sono fidato di te non so quante volte,
Ti ho lasciato rientrare.
Sapendolo… Desiderandolo… Sai
Che sarei dovuto scappare, ma sono rimasto.

Forse ho sempre saputo
Che i miei fragili sogni si sarebbero spezzati per te.

Oggi mi sono presentato
Ai miei sentimenti.
In un’agonia silenziosa, dopo tutti questi anni
Mi hanno parlato, dopo tutti questi anni.

Forse ho sempre saputo
Che i miei fragili sogni si sarebbero spezzati per te.

3. VUOTO (EMPTY)
Un vaso sanguigno vuoto sotto il sole,
Strofina via la sabbia dai miei occhi,
Sta calando un altro nero mattino domenicale.
Un vaso sanguigno vuoto, vene vuote,
Una bottiglia vuota che desidera pioggia,
Ancora quel dolore, lava via il sangue dalla mia faccia,
Le pulsazioni del mio cervello
E provo ancora quel dolore.

Sto guardando oltre le mie spalle
Perché milioni di persone sussurreranno, mi sto suicidando di nuovo.
Forse sto morendo più velocemente, ma niente dura per sempre,
Mi ricordo una notte passata in cui venni accoltellato alla schiena
E sto lentamente ricordando ogni cosa,
E provo ancora quel dolore.

Ti aborro, ti condanno perché questo dolore non avrà mai fine,
Te ne sei andata senza far rumore
E adesso stai camminando su un sentiero fortunato.
Dovrei ridere, ma faresti meglio a guardarti le spalle.

C’è una patetica opposizione, sono la causa della mia condizione,
Ritornerò per loro.
Ho una soluzione per questa triste situazione,
Non è rimasto niente da fare se non suicidarmi di nuovo
Perché sono così vuoto.

4. CONTROLLO PERDUTO (LOST CONTROL)
La vita mi ha tradito ancora una volta,
Accetto il fatto che certe cose non cambieranno mai.
Ho lasciato che le vostre minuscole menti esagerassero la mia agonia
E ora sono drogato di sanità mentale.

Sì, sto cadendo.
Quanto manca prima che colpisca il terreno?
Non posso dirti perchè stia cedendo.
Ti stai chiedendo perché preferisco essere solo?
Ho davvero perso il controllo?

Sto giungendo ad una conclusione.
Ho capito che cosa sarei potuto diventare.
Non riesco a dormire ed allora prendo il respiro,
Mi nascondo dietro la mia maschera più coraggiosa.
Ammetto di aver perso il controllo.

5. RICOLLEGA (RE-CONNECT)
I frammenti del collegamento sono morti.
Alcune cose non svaniranno con il tempo,.
Si nascondono dietro un occhio trasparente
Tu non puoi vedermi ma io riesco a vederti.
Tradisco senza pensarci un momento,
Provo rimorso solo quando vengo scoperto.
La tua ora è arrivata e io sono qua,
Perché dovrei porgerti la mano?

Non potrei mai rivolgermi a te,
Vengo zittito dal quello sguardo dei tuoi occhi.
Mi sembra di stare scivolando via ancora una volta.

Una notte fredda e nera, mi rigiro nel letto e affondo,
Mi sento così prosciugato.
Coprimi, accecami, sono malato, debole, vuoto,
Trascinami nel dolore.
Ci ho provato così tanto, non annegarmi, sei legato a me,
Indulgente verso te stesso, sei impazzito.
la mia anima affondata, nera come il carbone,
Verrà mai salvata?

Vieni e rigira quel coltello nella piaga.
Cazzo, provaci, mi piacerebbe vederti.
Non torneresti indietro.

Da me non uscirà alcuna risposta,
Affronta il tuo peggior nemico.
Cosa vede il tuo specchio?
È ora di affrontarmi?

6. SILENZIO INTERIORE (INNER SILENCE)
Quando il silenzio mi chiamerà
E il giorno si avvicinerà al termine,
Quando la luce della tua vita sospirerà
E l’amore morirà nei tuoi occhi.
Solo allora capirò
Cosa significhi per me.

7. ALTERNATIVO 4 (ALTERNATIVE 4)
Ti sta uccidendo, mi stai uccidendo,
Mi sto aggrappando alla mia sanità mentale.
Tutto quello che mi serve è un rimedio a corto termine,
Vieni e nascondimi da questa terribile realtà.

Ricordi che temevo mi sono tornati in mente
Ma c’è ancora una mente lucida dietro questi freddi occhi psicopatici.
Adesso cammino su questo sentiero in un modo diverso,
Ho aperto la mia mente e oscurato la mia intera vita.

Ballerò con gli angeli per celebrare l’olocausto
E, lontano, il mio orgoglio perduto
Sa che presto entrambi ce ne andremo.
So che presto me ne andrò.

8. RIMORSO (REGRET)
Mentre scivolo via, lontano da te,
Mi sento solo in una stanza affollata.
Penso: “Non c’è via di fuga da questa paura,
Da questo rimorso,
Dalla solitudine.”

Visioni di amore e odio,
Un collage dietro ai miei occhi.
Resti di risate morenti,
Echi di urla silenziose.

Vorrei non sapere
Quello che allora non sapevo.
Un flashback,
I ricordi mi puniscono ancora una volta.
A volte ricordo tutto il dolore che ho visto,
A volte penso a cosa potrebbe essere successo.

Visioni di amore e odio,
Un collage dietro ai miei occhi.
Resti di risate morenti,
Echi di urla silenziose.

E a volte mi dispero
Per quello che sono diventato.
Devo accettare
Ciò che ho fatto.

Il dolceamaro sapore del destino.
Non possiamo seminare il passato,
Siamo destinati a trovare una risposta.
Una forza che non ho mai perso,
So che c’è un modo per farcela.
Il mio futuro non è definito
Perché la situazione si è ribaltata
Ma non ho mai imparato a vivere senza rimorso.

9. SENTIRE (FEEL)
Provo sensazioni,
Potrei non uscire vivo da tutto questo.
Stavo cercando tra i cieli
E, in qualche modo, sono scivolato.

Io provo emozioni, ci vedo chiaramente.

Sto provando a dimenticare il domani
E tutto ciò che è successo.
Non è così,
Non è così che avrei dovuto vivere.

Io provo emozioni, ci vedo chiaramente.
Pensavo che non sarei mai morto.
Io provo emozioni, ci vedo chiaramente.
Ci serve più tempo.

Sto scivolando via,
Penso che mi spezzerò.
La fiducia, riposta in persone sbagliate.
La lealtà, accoltellata.

Io provo emozioni, ci vedo chiaramente.
Pensavo che non sarei mai tornato.
Sono rimasto là in basso per un pò
Ma adesso sto tornando.

10. DESTINO (DESTINY)
Ho provato ad uccidere la solitudine,
A contemplare la nostra mortalità.

Nell’infinito,
Un ricordo congelato.

Lavo via le lacrime di ieri.
È ora di cambiare, di portare via il dolore.

Angelo, mio destino,
Riesci a sentirmi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...